la PIù grande piramide satanica


la grande piramide satanica: del NWO GENDER, ETERNA TEORI EVOLUZIONE, ATEISMO IDEOLOGICO, 322: 187 oggi, è composta sia, da Farisei IllumInati BILDENBERG, che, da sauditi salafiti SHARIAH OTTOMANI: GALASSIA JIHADISTA.. questa piramide è tenuta insieme: dal progetto di distruzione dell'occidente umanistico: CHE è RAPPRESENTATO DALL'ONU, e, IL SUO OBIETTIVO vero, è per la schiavizzazione dei popoli: NELLa usurocrazia: E PER LA ESTINZIONE DELL'ANIMA ebraico-CRISTIANA DEL MONDO!
ECCO PERCHé, ISRAELE NON HA UN FUTURO! OVVIAMENTE, LA LEGA ARABA califfato mondiale, SPERA DI CRESCERE TROPPO PER VINCERE QUESTO SCONTRO, CONTRO, I FARISEI MASSONI BILDENBERG ROTHSCHILD: nello scontro finale!
Mentre, i farisei Bildenberg Rothschild, hanno preparato delle città sotterranee: per "purificare"
come dicono loro, ogni forma di vita sulla superficie del pianeta!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/africa/2014/11/19/libia-esercito-tregua-umanitaria_5b98a3f5-3a92-4e67-8873-9a1bcb22d7ea.html
[[ non so, ma, se urlate così forte, come io posso scrivere qualcosa? VORREI VEDERE VOI AL POSTO MIO! ]] noi potremmo dire, che, la colpa è degli israeliani, se, la galassia jihadista shariah non fosse stata diffusa nel mondo, per specifica responsabilità criminale, della shariah Lega ARABA, sotto tutela criminale Onu, che, ha tradito tutti i diritti umani: intenzionalmente, perché Onu, è un massone Gender!!
Libia: "a Derna 800 jihadisti dell'Isis"
In 300 avrebbero già combattuto in Siria e Iraq
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/11/19/libia-a-derna-800-jihadisti-dellisis_5e100a4d-66f9-4f7f-beea-fec2be7f9d6d.html
L'UNESCO chiude la sua sede di Mosca a causa della difficile situazione finanziaria, ha riferito il rappresentante permanente della Russia presso l'organizzazione Eleonora Mitrofanova.
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_19/A-Mosca-sara-chiusa-la-rappresentanza-dell-UNESCO-3172/
TUTTO QUELLO CHE, è STATO SPERIMENTATO, IN PALESTINA, IN QUESTI 66 ANNI: HA DIMOSTRATO LA SUA INUTILITà!
OVVIAMENTE, SE LA LEGA ARABA SHARIAH NAZI, RINUNCIASSE AL SUO PROGETTO IMPERIALISTICO SAUDITA OTTOMANO DI CALIFFATO MONDIALE SHARIAH ONU.. POI, con i palestinesi, si potrebbe vivere insieme, tranquillamente, e dare tutto a tutti, con un sistema, di città autonome e confederate: un regno, una legge, una terra due popoli! Quindi finalmente shalom salam, sarebbe la pace a vincere! MA, I PEDOFILI POLIGALI, di shariah Allah Akbar: genocidio a tutti, ASSASSINI SERIALI SENZA RECIPROCITà, maniaci religiosi, HANNO GETTATO LA LORO SFIDA MORTALE, CONTRO, TUTTO IL GENERE UMAnO, ED, IL LORO PROBLEMA, è QUELLO DI DIMOSTRARE, CHE, SONO PIù FURBI, E PIù IPOCRITI DI TUTTI! ma, con i satanisti farisei talmud, manifestano il loro assoluto disprezzo per il valore in se, della vita umana!
TEL AVIV, 19 NOVEMBRE - Il ministro Naftali Bennett, leader nazionalista israeliano vicino al movimento dei coloni, auspica che Israele lanci un'operazione militare a Gerusalemme est "per sradicare le infrastrutture del terrore". Secondo Bennett, che ha parlato dopo l'attentato alla sinagoga, l'operazione dovrebbe ricalcare, quella condotta a tappeto nel 2002, in Cisgiordania contro la seconda Intifada. Per l'ex capo dello Shin Bet Ami Ayalon, l'idea dell'esponente dell'estrema destra è "irrealizzabile".
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/11/19/mo-bennett-militarizzare-gerusalemme_71be6b36-a30b-4127-a102-0f3f4ae09ae7.html
Mo: Bennett, "militarizzare Gerusalemme" ] ovviamente, poiché, la LEGA ARABA SHARIAH, non può eliminare, la shariah NAZI oNU, per poter realizzare, il genocidio del Genere umano: CIOè, IL CALIFFATO MONDIALE! POI, SE ISRAELIANI HANNO LE PALLE, MI CHIAMANO, E IO DEMOLISCO LE MOSCHEE, E DEPORTO TUTTI I MUSULMANI IN SIRIA!
CONTRARIAMENTE, SENZA QUESTO INTERVENTO DI ISRAELE, LA GUERRA MONDIALE, DOVRà ESSERE SUBITA DAL GENERE UMANO, NECESSARIAMENTE! è INDISPENSABILE, PER I POPOLI DEL MONDO, E PER LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO, DI SPEZZARE QUESTA ALLEANZA: TRA: FARISEI E SALAFITI, CHE è UN COMPLOTTO CONTRO ISRAELE!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/11/19/mo-bennett-militarizzare-gerusalemme_71be6b36-a30b-4127-a102-0f3f4ae09ae7.html
Il ceppo dell'aviaria H5N8, individuato in una fattoria nello Yorkshire britannico, è simile a quello precedentemente identificato nei Paesi Bassi, ha riferito il Ministero britannico dell'Ambiente, dell'alimentazione e dell'agricoltura (DEFRA).
Il governo della Gran Bretagna il 16 novembre ha registrato il focolaio dell'influenza aviaria in una fattoria di allevamento di anatre in North Yorkshire. Tutte le 6 mila anatre dell'azienda devono essere uccise. Sabato scorso, i Paesi Bassi hanno informato la Commissione Europea dello scoppio dell'aviaria in una fattoria nella parte centrale del Paese, dove c'erano 150 mila polli. Tutti i volativi sono stati distrutti. http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_19/I-ceppi-dell-aviaria-nella-Gran-Bretagna-e-nei-Paesi-Bassi-sono-identici-5919/
LA POSIZIONE CRIMINALE GOLPISTA, DI ASSASSINI CECCHINI KIEV CIA, E TUTTI GLI ATTI CRIMINALI CONSEGUENTI, COMMESSI, CONTRO, I CITTADI DEL DONBASS, HANNO SEGNATO GLI EVENTI INEVITABILI.. LA NATOREGIME MASSONICO, SPERAVA IN UNA FACILE REPRESSIONE DI QUELLE POPOLAZIONI.. MA, LA GUERRA SUL COMPO è STATA VINTA, E CONTRO, OGNI INTERESSE, RUSSO, QUESTE DUE PROVINCIE SI DEVONO DISTACCARE DALLA UCRAINA, IL POPOLO SOVRANO HA VOTATO ED HA COMBATTUTO, IN TAL SENSO! MOSCA, 19 NOVEMBRE - Il blocco economico decretato nell'est ucraino dal presidente Petro Poroshenko potrebbe essere un motivo per il riconoscimento della "speciale soggettivita' legale" delle due autoproclamate repubbliche di Donetsk (Dpr) e Lugansk (Lpr). Lo ha detto il ministro degli esteri russo, Serghiei Lavrov. "Davvero questo fatto potrebbe essere usato per rendere valida la tesi che avete menzionato", ha detto Lavrov rispondendo alla domanda di un deputato su questo punto alla Duma.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/11/19/lavrov-blocco-noi-riconosciamo-ribelli_1ee5d9a2-5850-4717-bd9e-1656589bc266.html

Lavrov: gli USA agitano tutto il mondo per sostenere le sanzioni contro la Russia, Il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha detto che nel mondo non c'è un solo Paese, dove non si siano recati gli emissari degli Stati Uniti, per chiedere di sostenere le sanzioni contro la Russia. Lo ha dichiarato durante il "Question time" alla Duma.
"Di recente ho incontrato a Pechino John Kerry e gli ho parlato a questo proposito, dicendo che gli emissari degli Stati Uniti viaggiano in tutto il mondo e non c'è un Governo, dove si sono recati, a cui non è stato richiesto un diverso grado di assertività per sostenere le sanzioni contro la Federazione Russa" ha detto Lavrov.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_19/Lavrov-gli-USA-agitano-tutto-il-mondo-per-sostenere-le-sanzioni-contro-la-Russia-6628/

I MASSONI HANNO FONDATO LA DEMOCRAZIA, CHE, SENZA SOVRANITà MONETARIA, LA NOSTRA DEMOCRAZIA è STATA FATTA NASCERE MORTA! SULLE STESSE BASI CRIMINALI, HANNO FATTO ANCHE LA EUROPA.. ED IO, QUESTE ISTITUZINI ILLEGITTIME ED ILLEGALI SUL PIANO COSSTITUZIONALE, NON LE RIESCO A RICONOSCERE, COME LE MIE ISTITUZIONI.. INFATTI, SONO DI ROTHSCHIL IL FARISEO SATANISTA, NON SONO LE MIE!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/11/19/gentiloni-ue-contrasti-elusione-fiscale_903d326b-ce66-4f61-87c4-6cbdc6c28305.html
Gentiloni, Ue contrasti elusione fiscale
Lussemburgo contro armonizzazione norme, é materia degli Stati
=====================
Lê Nhân Chính, Hôm qua, 18/11/2014, Ủy ban Nhân quyền Liên Hiệp Quốc đã thông qua nghị quyết đề nghị đưa Bắc Triều Tiên ra trước Tòa án Hình sự Quốc tế do vi phạm nhân quyền. Theo Liên Hiệp Quốc, các hành động vi phạm này có thể được coi là tội ác chống nhân loại.
Từ New York, thông tín viên RFI Karim Lebhour gửi về bài tường trình :
« Bắc Triều Tiên thường xuyên là đối tượng chỉ trích của các nghị quyết và báo cáo của Liên Hiệp Quốc. Nhưng lần này, Ủy ban Nhân quyền Liên Hiệp Quốc đi xa hơn. Ủy ban đề nghị đưa Bắc Triều Tiên ra trước Tòa án Hình sự Quốc tế.
Bản báo cáo làm cơ sở cho nghị quyết này nói đến các vụ vi phạm nhân quyền không thể so sánh được với bất kỳ trường hợp nào trên thế giới. Các vụ tra tấn, hành quyết thô bạo, hãm hiếp được chỉ đạo từ chóp bu chính quyền. Gia đình của khoảng 120 ngàn tù chính trị đôi khi còn bị trừng phạt tới ba thế hệ.
Bắc Triều Tiên đã làm mọi cách để giảm nhẹ mức độ nghiêm trọng của nghị quyết và bảo vệ lãnh đạo Kim Jong Un. Cuba, đồng minh của Bắc Triều Tiên, đã đệ trình một đề nghị sửa đổi, với sự ủng hộ của Iran, Venezuela, Nga, Trung Quốc và cả Nam Phi.
Thế nhưng, nghị quyết đã được thông qua với đa số rộng rãi. Vào tháng 12, Đại hội đồng Liên Hiệp Quốc sẽ nghiên cứu nghị quyết chỉ có tính chất khuyến nghị này. Bắc Triều Tiên có thể trông cậy vào quyền phủ quyết của Trung Quốc và Nga tại Hội Đồng Bảo An để khỏi bị đưa ra trước Tòa án Hình sự Quốc tế. Tuy nhiên, Bình Nhưỡng coi vụ việc này là nghiêm trọng, đến mức đại sứ Bắc Triều Tiên đe dọa nước này sẽ tiến hành các vụ thử nghiệm hạt nhân để trả đũa việc thông qua nghị quyết này ».
Ieri, 18/11/2014, la Commissione delle Nazioni Unite sui diritti umani adottato risoluzioni consigliati portare il Korea di nord davanti al Tribunale penale internazionale a causa di violazioni dei diritti umani. Secondo le Nazioni Unite, i comportamenti possono essere considerati crimini contro l'umanità.
Da New York, corrispondente di RFI Karim Lebhour inviato circa la relazione: «Corea del Nord è stata spesso oggetto di critica delle risoluzioni e il rapporto delle Nazioni Unite. Ma questa volta, il Comitato dei diritti umani delle Nazioni Unite di andare oltre. La Commissione raccomanda portando il Korea di nord davanti al Tribunale penale internazionale.
La relazione come base per questa risoluzione viene alle violazioni dei diritti umani non sono paragonabili con qualsiasi nel mondo. I casi di tortura, le esecuzioni, stupro violento è stato diretto dal governo piegato. Le famiglie di circa 120 mila prigionieri politici a volte è punito da tre generazioni.
Corea del Nord ha fatto nulla per attenuare la gravità delle risoluzioni e proteggere il leader Kim Jong Un. Cuba, un alleato della Corea del Nord, ha presentato una proposta modificata, con l'appoggio dell'Iran, Venezuela, Russia, Cina e Sud Africa.
Tuttavia, la risoluzione è stata approvata con una maggioranza di estesamente. In dicembre, l'Assemblea generale delle Nazioni Unite studierà la risoluzione solo questa natura di raccomandazione. Corea del Nord possono contare su veti di Cina e Russia nel Consiglio di sicurezza da essere portato davanti al Tribunale penale internazionale. Tuttavia, Pyongyang considerato l'incidente grave, al punto che l'ambasciatore nordcoreano a minacciare questo paese vuoi condurre un test nucleare in risposta all'adozione di questa risoluzione ".
===========================
perché, Onu shariah, non condanna, anche, il nazismo shariah della LEGA ARABA, così come ha condannato la Corea del Nord? I francesi "coinvolti nel fenomeno" dell'integralismo jihadista dello Stato islamico sono "oltre un migliaio", e tra questi "una cinquantina" sono morti in Siria.
 Lo ha affermato il Primo ministro transalpino, Manuel Valls.
 "Sfortunatamente - ha aggiunto - non siamo sorpresi di scoprire che dei francesi o residenti in Francia si trovano al centro di queste cellule e partecipano a questa barbarie".
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/11/19/valls-1000-i-jihadisti-francesi-isis_323ac630-ca64-47cf-9646-b18e47d67f0e.html
MA, LO SANNO TUTTI CHE DIETRO ISIS SHARIAH C'è ARABIA SAUDITA SHARIAH, ED TURCHIA SHARIAH]] [[ IL CAIRO, 19 NOVEMBRE. Il noto cantante egiziano Shaaban Abdel Rehim ha ricevuto minacce di morte dopo aver cantato in tv un brano contro l'Isis e contro Abu Bakr al Baghdadi. Lo riferisce il sito di al Arabiya. Nella canzone Rehim chiama Baghdadi "l'emiro dei criminali" e l'Isis "una banda di matti", che nulla hanno a che fare con l'Islam. "La religione non predica di vendere donne e bambini. Decapitare teste non è Islam, dite chi è dietro di voi", prosegue il testo.
MA, LO SANNO TUTTI CHE DIETRO ISIS SHARIAH C'è ARABIA SAUDITA SHARIAH, ED TURCHIA SHARIAH
[[ perché, Onu shariah, non condanna, anche, il nazismo shariah della LEGA ARABA, così come ha condannato la Corea del Nord? ]] [[ I francesi "coinvolti nel fenomeno" dell'integralismo jihadista dello Stato islamico sono "oltre un migliaio", e tra questi "una cinquantina" sono morti in Siria.
 Lo ha affermato il Primo ministro transalpino, Manuel Valls.
 "Sfortunatamente - ha aggiunto - non siamo sorpresi di scoprire che dei francesi o residenti in Francia si trovano al centro di queste cellule e partecipano a questa barbarie".
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/11/19/isis-cantante-contro-baghdadi-minacce_54bc4bc9-0c49-42f7-bf1e-1b9b61a0d1d6.html
*** Please in English, He is great man in the world like you, Hello sir what is your new article today
Unius REI said: "BUT, EVERYONE KNOWS, that BEHIND ISIS SHARIAH, THERE is SHARIAH, SAUDI ARABIA and TURKEY SHARIAH.
*** Sir I known but no much more
Unius REI said: "Which religious freedom and HUMAN RIGHTS which are in the SHARIAH, for becoming the Arab League, a stifling against of the peoples! the worst Nazism!
QUALE LIBERTà DI RELIGIONE E QUALI DIRITTI UMANI SONO NELLA SHARIAH, per essere diventata la LEga Araba un soffocamento dei popoli! il peggiore nazismo!
*** No sir I don't no, About this
Unius REI said: "WHY?
* Sir I am worried about iraq and Pakistan, you batter known

Unius REI said: IO conosco due criminali islamici: il principe Saudita, un nobile, che mi ha detto: "la nostra terra islamica!" .. ed io a lui: " terra tua da quando? a partire da quale genocidio?" e poi, lui non ha risposto mai più con me, dopo, tante discussioni!
ed un altro criminale islamico che, lui mi ha detto: "tu puoi scrivere, denunciare, protestare, tutto quello che tu vuoi, tanto, tutto quello che, tu fai non servirà a niente! "
e questo è evidente: ed è stato anche detto dal principe saudita "i padroni del mondo, i farisei Rothschild, coloro, che hanno ucciso Gesù: hanno deciso di rovinare, anche, i cristiani, in ogni parte, del mondo!" ecco perché, è venuta, fuori questa ideologia del gender, ed ogni perversione sessuale!

Unius REI said: I know two Islamic criminals: then, all pharisees and islamists, are all criminals! this Saudi Prince, a nobleman, who told me: "our Islamic land!.". and I to him: "your land from when? from which genocide? "and then he didn't ever more answer, with me, after many discussions!
and another Islamic criminal who told me: "you can write, speak, protest, everything you want, so, everything you do will not help anything!"
and this is evident and has also been told by Saudi Prince "world masters the Pharisees Rothschild, Onu Imf, Nwo, NATO UE USA, Bildenbeg, those who killed Jesus: they decided to ruin, too, all Christians all over the world!"
that's why, you will off this ideology of gender, and every sexual perversion!

* Please in English, He is great man in the world like you, Hello sir what is your new article today
Unius REI said: "BUT, EVERYONE KNOWS, that BEHIND ISIS SHARIAH, THERE is SHARIAH, SAUDI ARABIA and TURKEY SHARIAH]
* Sir I known but no much more
Unius REI said: "Which religious freedom and HUMAN RIGHTS which are in the SHARIAH, for becoming the Arab League, a stifling against of the peoples! the worst Nazism!
QUALE LIBERTà DI RELIGIONE E QUALI DIRITTI UMANI SONO NELLA SHARIAH, per essere diventata la LEga Araba un soffocamento dei popoli! il peggiore nazismo!
* No sir I don't no, About this
Unius REI said: "WHY?
* Sir I am worried about iraq and Pakistan, you batter known

=================================
anche, per i tedeschi nazisti, i partigiani erano terroristi: dal loro punto di vista! e per I criminali, chi, combatte per il Donbass: può essere, anche, un terrorista! PERCHé, MERKEL MOGHERINI NON lo SANNO, CHE IL POPOLO HA SEMPRE RAGIONE! Ormai, noi siamo le vittime di un regime massonico!
regime rothschild usurocratico, che, ha bisogno di una guerra mondiale, per perpetuare, rigenerare, ed ingrandire se stesso, fino, ad inglobare tutto il pianeta in satana.. quindi, non mi meraviglia, che in questa pagina, ci siano dei satanisti troll della CIA, che, lavorano, per fare spam, calunnie, disinformazione.. per delegittimare la legalità internazionale della Russia! ma, questa è la verità, il loro lavoro accredita continuamente per esporre la verità ed il diritto dei popoli contro questo regime massonico e satanico di UE USA, in sistema massonico dei partiti! QUANDO INIZIERà A SCORRERE IL SANGUE DI UNA GUERRA MONDIALE, TUTTI I POPOLI OCCIDENTALI SI SOLLEVERANNO CONTRO, I LORO GOVERNI!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/11/19/lavrov-blocco-noi-riconosciamo-ribelli_1ee5d9a2-5850-4717-bd9e-1656589bc266.html?fb_comment_id=fbc_765216913533431_765223736866082_765223736866082#f3018cd239621be
La Russia incoraggia un dialogo tra Kiev e il Donbass.
Quale primo passo per risolvere la crisi ucraina Mosca incoraggia a stabilire contatti stabili tra Kiev e i rappresentanti del Donbass, ha detto il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov alla Duma.
"Come primo passo, spingiamo per stabilire contatti stabili tra Kiev e i rappresentanti del Donbass, al fine di giungere ad accordi reciprocamente accettabili. L'Occidente deve incoraggiare questo processo e non sforzarsi di sostenere ciecamente tutto ciò che fa il partito della guerra a Kiev, chiudendo un occhio sulle gravi violazioni dei diritti umani, l'aperta illegalità e crimini di guerra" ha detto il Ministro.
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_19/La-Russia-incoraggia-un-dialogo-tra-Kiev-e-il-Donbass-9477/
Galician Italian · Top Commentator · Owner at Freelancer, But are worse than the masons, or Satanists? Not that the Satanists are also Freemasons? And if rothschild and ' Pharisee, and Satanist, the masons are also their Pharisees?
Lorenzo Unius REI · Italy's Southern theological
Galician Italian https://www.facebook.com/profile.php?id=100005581037631 YOUR WORDS, YOU MAKE more and more guilty! the synagogue of Satan: the pyramid NWO 322. The Masonic system, was founded by Satanist Pharisees, and, the Freemasons are part of this parasitic structure and devitalizzante for the peoples, such as the IMF, such as the CIA, and, just like you! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/11/19/lavrov-blocco-noi-riconosciamo-ribelli_1ee5d9a2-5850-4717-bd9e-1656589bc266.html?fb_comment_id=fbc_765216913533431_765223736866082_765223736866082#f3018cd239621be
Italo Galiziano · Top Commentator · Owner presso Libero professionista, Ma sono peggio i massoni, o i satanisti? Non e' che, i satanisti sono anche massoni? E se rothschild e' fariseo, e pure satanista, i massoni sono pure loro farisei?
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
Italo Galiziano https://www.facebook.com/profile.php?id=100005581037631 LE TUE PAROLE, TI RENDONO SEMPRE PIù COLPEVOLE! la sinagoga di satana: è la piramide del NWO 322. Il sistema massonico, è stato fondato dai satanisti farisei, e i massoni sono parte di questa struttura parassitaria e devitalizzante per i popoli, come il Fmi, come la CIA, e come te!
===========================
Eu odeio, políticos israelitas, porque tudo o que eles podem fazer é sofrer, ou aumentar a espiral de ódio! TEMPO, em todo o mundo, a Sharia é muito grande, nazismo e ninguém diz isto, exceto eu, e todos egoístas, eles pensam, que, para: a ser suas vítimas de shariah? por enquanto, ainda é cedo! e, eles dizem: "que eu me importo, de: todos os outros?" cúmplices de assassinato, todas as Nações do mundo, que estão abandonando os israelitas em seu destino cruel, usando: palavras hipócritas, cheio de hipocrisia, como, o assassino hipócrita Mogherini, etc... Mas, claro, contra, todos eles, eu posso dizer: "teria sido melhor para eles, que eles nunca ter nascidos!" porque até mesmo a perda de uma criança muçulmana, é uma perda muito grande: para mim. Mas, os salafistas e fariseus maçons pensaram para conquistar o mundo, fazer: califado em todo o mundo, e/ou: Nwo em todo o mundo! Porque, Israel, pode ter a coragem e pode destruir, o Liga Árabe shariah, com armas nucleares e assim, poderia salvar a raça humana, da iminente guerra mundial. .. e por outro lado, prefere ver morrer, seu povo e afogar-se em ódio, dia para dia, porque, justiça desapareceu neste planeta, e, não é claro para todos, que toda a humanidade, é apenas um corpo unitário!!!!
I hate, Israeli politicians, because all they can do is suffer, or increase the spiral of hatred! WHILE, the SHARIAH worldwide, is a TOO LARGE, NAZISM and NOBODY SAYS THIS, EXCEPT ME, and all selfish, they think, that, for: to be their victims of shariah? for now, it is too early! and, they say: "that I matter to me, of: all the others?" murder accomplices, all nations of the world, which are abandoning Israelis in their cruel fate, using: hypocritical words, full of hypocrisy, as, the hypocritical assassin Mogherini, etc.. but, of course, against, all of them, I can say: "it would have been better for them, that they were never born!" because even the loss of a Muslim child, is a loss too big: for me. but, their Salafis and Pharisees Masons thought to conquer the world, to do: caliphate worldwide, and/or: Nwo worldwide! why, Israel, might have courage, and could destroy, the Arab League shariah, with nuclear weapons, and thus, could save the human race, from the impending world war. .. and on the other hand, prefers to see die, its people, and drowning in hate, day for day, because, justice has disappeared on this planet, and, it is not clear to all, that all mankind, is a unitary body only!!
 io odio, i politici Israeliani, perché tutto quello che possono fare è subire, o aumentare la spirale di odio! MENTRE, LA SHARIAH IN TUTTO IL MONDO, è UN NAZISMO TROPPO GRANDE, E NESSUNO DICE QUESTO, TRANNE ME, e, tutti egoisti, pensano che, per essere loro le vittime della shariah? per ora è troppo presto! e dicono: "che, mi importa a me, degli altri?" assassini complici, tutte le nazioni del mondo, che, stanno abbandonando Israeliani, al loro crudele destino, usando: ipocrite parole, piene di ipocrisia, come, Mogherini, la ipocrita assassina, ecc.. ma, certamente, contro, tutti loro, io posso dire: "meglio per loro sarebbe stato, che, non fossero mai nati!" perché, anche la perdita di un bambino musulmano, è una perdita troppo grande.. ma, loro salafiti e farisei massoni hanno pensato a conquistare il mondo! perché, Israele, potrebbe avere coraggio, e potrebbe distruggere, la Lega aRAba shariah, con armi atomiche, e così, potrebbe salvare il genere umano, dalla imminente guerra mondiale.. ed invece, preferisce vedere morire, la sua gente, ed affogare nell'odio, giorno per giornno, perché, è scomparsa la giustizia su questo pianeta, e non si capisce, che, tutto il genere umano, è un solo organismo unitario!! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/11/19/gerusalemmefarnesina-avverte-visitatori_69777b82-80df-4a56-aa1c-3dfd49f4d1e0.htm
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_19/Londra-manifestazione-studentesca-di-fronte-al-Parlamento-4666/
Non vi è alcuna prospettiva, nel tentare di gettare la colpa su Mosca per la crisi ucraina, ha detto il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov.
ED, IO SONO TESTIMONE DI TUTTO QUESTO! LA RUSSIA NON AVEVA INTERESSE, AD OTTENERE UNA UCRAINA DI NEMICI. E NEMMENO AD AVERE UNA CRIMEA DA ANNETTERE. è STATA USA NATO UE, CHE, HANNO VOLUTO CREARE QUESTA SITUAZIONE PERCHé, SONO DEGLI ASSASSINI CRIMINALI, IL SISTEMA MASSONICO, CHE, PERSEGUONO, LA AGENDA DEL TALMUD, CHE è DISTRUGGERE ISRAELE, E CONQUISTARE IL MONDO!
"La verità su quanto sta accadendo, fa strada anche nei media occidentali di parte. È impossibile nascondere che le sanzioni illegali e unilaterali minano soltanto, gli sforzi per stabilizzare l'economia globale e non danno alcuna soluzione se non approssimativa per la crisi ucraina " ha detto Lavrov durante il "Question time" alla Duma di Stato.
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_19/Lavrov-inutile-cercare-di-dare-la-colpa-alla-Russia-per-la-crisi-ucraina-0544/

Centinaia di studenti britannici hanno provocato disordini nei pressi del Parlamento di Londra. La notizia viene riportata da RIA Novosti.

Gli studenti hanno rotto le barriere di metallo della polizia sulla piazza davanti al parlamento. Non si hanno notizie di feriti. La polizia non ha cercato di allontanare i manifestanti dalla piazza. Gli studenti sono contro le alte tasse universitarie e il debito sui prestiti educativi, che, in alcuni ammonta a 40 mila sterline. Chiedono di tornare al sistema di istruzione gratuito. http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_19/Londra-manifestazione-studentesca-di-fronte-al-Parlamento-4666/

Я ненавижу, израильских политиков, потому что все, что они могут сделать это страдать, или увеличить спираль ненависти! ВРЕМЯ, законы ШАРИАТА во всем мире, является слишком большим, нацизм и никто не говорит это, кроме меня, и все эгоистичны, они думают, что, для: их жертвами шариата? на данный момент это слишком рано! и они говорят: «что я этот вопрос для меня, из: все остальные?» соучастников убийства, все страны мира, которые отказавшись от израильтян в их жестокие судьбы, используя: лицемерными словами, полная лицемерия, как, лицемерно убийца Могерини, и т.д... но, конечно, против, все из них, я могу сказать: «было бы лучше для них, что они не родились!» потому, что даже потеря мусульманского ребенка, является слишком большой потерей: для меня. но, их салафитов и фарисеи масоны думали покорить мир, сделать: халифата во всем мире, и/или: Nwo во всем мире! Почему Израиль, могут иметь мужество и может уничтожить, шариата Лиги арабских государств, обладающих ядерным оружием и таким образом, может спасти человеческий род от надвигающейся мировой войны. .. и с другой стороны, предпочитает умереть, его народа, и тонут в ненависть, день за день, потому что, справедливости исчезла на этой планете, и это не ясно всем, что все
человечество, является унитарным органом только!!
se, Egitto uccide Morsi, poi, deve avere la coerenza di dichiarAre guerra, sia a Turchia, che, ad Arabia Sudita, anche! ED OVVIAMENTE DEVE AVERE LA COERENZA DI CRIMINALIZZARE ED ABOLIRE LA SHARIAH! ALTRIMENTI, CONTRARIAMENTE, è TUTTA UNA TRUFFA! UN SOLO COMPLOTTO, PER, COLPIRE A TRADIMENTO ISRAELE ED IL GENERE UMANO!
La procura generale egiziana ha chiesto la condanna a morte per l'ex presidente deposto Mohammed Morsi e altri 35 membri del Fratelli musulmani, accusati di spionaggio in favore di Hamas e Hezbollah. Secondo la procura, la confraternita sarebbe stata pronta a dichiarare il Sinai "emirato islamico" se alle presidenziali del 2012 avesse vinto l'avversario di Morsi, Ahmed Shafiq, ex premier di Hosni Mubarak, che invece era stato sconfitto dall'esponente islamico.
There is no prospect, in the attempt to throw the blame on Moscow for the crisis in Ukraine, said Russian Foreign Minister Sergei Lavrov.
AND, I AM WITNESS TO ALL THIS! RUSSIA HAD NO INTEREST IN GETTING A UKRAINE OF ENEMIES. AND NOT EVEN, to HAVING, A CRIMEA FROM ANNEX. NATO has been USING the EU, which wanted to CREATE THIS SITUATION Why MURDERERS are criminals, the MASONIC SYSTEM, which PURSUE, the AGENDA of the TALMUD, which is to destroy Israel, and CONQUER the WORLD!
"The truth about what is happening, even making its way into Western media biased. It is impossible to hide their illegal and unilateral sanctions undermine limited, efforts to stabilize the global economy and don't give any solution unless Ukraine crisis approximate "said Lavrov during the" Question time "to the State Duma.
Non vi è alcuna prospettiva, nel tentare di gettare la colpa su Mosca per la crisi ucraina, ha detto il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov.
ED, IO SONO TESTIMONE DI TUTTO QUESTO! LA RUSSIA NON AVEVA INTERESSE, AD OTTENERE UNA UCRAINA DI NEMICI. E NEMMENO AD AVERE UNA CRIMEA DA ANNETTERE. è STATA USA NATO UE, CHE, HANNO VOLUTO CREARE QUESTA SITUAZIONE PERCHé, SONO DEGLI ASSASSINI CRIMINALI, IL SISTEMA MASSONICO, CHE, PERSEGUONO, LA AGENDA DEL TALMUD, CHE è DISTRUGGERE ISRAELE, E CONQUISTARE IL MONDO!
"La verità su quanto sta accadendo, fa strada anche nei media occidentali di parte. È impossibile nascondere che le sanzioni illegali e unilaterali minano soltanto, gli sforzi per stabilizzare l'economia globale e non danno alcuna soluzione se non approssimativa per la crisi ucraina " ha detto Lavrov durante il "Question time" alla Duma di Stato.
Je déteste, les politiciens israéliens, parce que tout ce qu'ils peuvent faire c'est souffrir, ou augmenter la spirale de la haine! Certain temps, la charia dans le monde entier, est trop grande, nazisme et personne ne dit ce, sauf moi, et tous les égoïstes, ils pensent, que, pour : être leurs victimes de charia? pour l'instant, il est trop tôt! et, ils disent: "que j'ai d'importance pour moi, de : tous les autres?" complices de meurtre, de toutes les nations du monde, qui sont abandonner les israéliens dans leur sort cruel, à l'aide : les mots hypocrites, plein d'hypocrisie, comme, l'assassin hypocrite Mogherini, etc... mais, bien sûr, contre, chacun d'eux, je peux dire: « il aurait été mieux pour eux, qu'ils ne sont jamais nés! » parce que même la perte d'un enfant musulman, est une perte trop gros : pour moi. mais, les salafistes et les pharisiens maçons pensaient à conquérir le monde, à faire : califat dans le monde entier, et/ou : Nwo partout dans le monde! Pourquoi, Israël, pourrait avoir le courage et pourrait détruire, la charia de la Ligue arabe, avec des armes nucléaires et donc, pourrait sauver la race humaine, de la guerre mondiale imminente. .. et quant à elle, préfère voir mourir son peuple et se noyer dans la haine, jour pour jour, parce que, la justice a disparu sur cette planète, et, c'est ne pas évident à tous, que l'humanité tout entière, est un même corps seulement!!
Odio, los políticos israelíes, porque lo único que pueden hacer es sufrir, o aumentar la espiral del odio. TIEMPO, la ley islámica en todo el mundo, es demasiado grande, el nazismo y nadie dice esto, excepto yo, y todos unos egoístas, piensan, que, para: a ser sus víctimas de la ley cherámica. por ahora, es demasiado temprano. y dicen: "que me importa a mí, de: todos los demás?" cómplices de asesinato, todas las Naciones del mundo, que están abandonando los israelíes en su cruel destino, utilizando: palabras hipócritas, lleno de hipocresía, como la hipócrita asesino Mogherini, etc... Pero, por supuesto, contra, todos ellos, puedo decir: "habría sido mejor para ellos, que ellos no nacieron!" porque incluso la pérdida de un niño musulmán, es una pérdida muy grande: para mí. Pero, los salafistas y fariseos albañiles que conquistar el mundo, a hacer: califato mundial, o: Nwo en todo el mundo! ¿por qué, Israel, podría tener coraje y podría destruir, la Liga Árabe Islámica, con armas nucleares y por lo tanto, podría salvar a la raza humana, de la inminente guerra mundial. .. y por otro lado, prefiere ver morir, su pueblo y ahogando en odio, día por día, porque la justicia ha desaparecido en este planeta, y, no está claro para todos, que toda la humanidad, es sólo un cuerpo unitario!!
================================
Lorenzo Scarola · Teologico dell'Italia Meridionale
Italo Galiziano perché tu non vuoi rispettare il voto sovrano in donbass?
Piero Borelli
concordo con quanto hai affermato, è molto semplice da capire. In Ucraina solo gli ucraini hanno il diritto di scegliere dove e come stare. In più non mi sembra che per l'europA, la russia fosse una nazione nemica, ma le azioni intraprese dalla controparte, mi fa pensare che loro ci considerino come tali.
=======================
If Egypt kills bites, then, must have the consistency to declare war, and Turkey, which, that, also, to Saudi Sudita, too! AND, OF COURSE, MUST HAVE THE CONSISTENCY TO CRIMINALIZE AND ABOLISH THE SHARIAH! OTHERWISE, in CONTRAST, is all a SCAM! ONLY ONE CONSPIRACY, TO STRIKE against, To ISRAEL'S BETRAYAL, AND HUMANKIND!
The Egyptian public prosecutor demanded the death sentence for former President deposed Mohammed Morsi, and 35 other members of the Muslim Brotherhood, accused of espionage in favor of Hamas and Hezbollah.
Si l'Égypte tue les piqûres, ensuite, doit avoir la consistance de déclarer la guerre et la Turquie, qui, qui, également, à l'Arabie saoudite Sudita, trop! ET, BIEN SÛR, DOIT AVOIR LA CONSISTANCE À CRIMINALISER ET À ABOLIR LA CHARIA! Dans le cas contraire, en revanche, est toute une arnaque! QU'un seul complot, à la grève contre, à la trahison d'Israël et de l'humanité!
Le procureur général égyptien a exigé la peine de mort pour l'ancien que Président déchu Mohammed Morsi et 35 autres membres des frères musulmans, accusés d'espionnage en faveur du Hamas et du Hezbollah.
Si Egipto mata a mordiscos, entonces, debe tener la consistencia para declarar la guerra y Turquía, que, que, además, a Arabia Sudita, también! Y, POR SUPUESTO, DEBE TENER LA CONSISTENCIA PARA CRIMINALIZAR Y ABOLIR LA LEY CHERÁMICA. De lo contrario, por el contrario, es todo una estafa! Sólo una conspiración, a huelga contra, a traición de ISRAEL y a la humanidad!
La Fiscalía egipcia exigió la pena de muerte para el ex que Presidente depuesto Mohammed Morsi y otros 35 miembros de la hermandad musulmana, acusado de espionaje a favor de Hamas y Hezbollah.
====================
"www.israelvideonetwork.com"
Rabbi Beaten at Brooklyn Subway Station
antisemitism-brooklyn
Click here to watch: Rabbi Beaten at Brooklyn Subway Station
An Orthodox Jewish man was attacked by three people at a train station in New York City on Monday, the New York Daily News reported on Tuesday. The assailants beat the Jewish man with his own umbrella and called him a "dirty bloody Jew" and "a "f---ing Jew," according to the New York Daily News. The 53-year-old Israeli tourist was attacked by three people at the Marcy Avenue Subway station in Williamsburg, Brooklyn. The three attackers fled the scene, boarding a Manhattan-bound train, after a bystander came to help the victim and was also attacked. The Jewish victim was waiting for a train around 4pm on Monday when one of the three suspects approached him from behind and tried to take something from his pocket. When the Jewish tourist turned around and asked the stranger what he was doing, the attacker called him a "dirty bloody Jew," according to reports. The attacker than spit at the man, grabbed his umbrella and beat him over the head.
Watch Here
When the victim began to pursue the assailant, he was attacked from behind by a second suspect who called the victim a "f---ing Jew" and kicked the victim repeatedly. Neither of the victims was seriously injured, according to officials, and the three suspects were still at large on Tuesday. The attack came hours before the Jerusalem synagogue attack that occurred on Tuesday morning in Israel. New York City Mayor Bill De Blasio and NYPD Commissioner Bill Bratton said the city has increased its police presence at synagogues and other key locations around New York City on Tuesday. "The NYPD is following developments in Jerusalem closely and working with the FBI Joint Terrorism Task Force to monitor any further developments," Bratton said in a statement. "As of now, there is no specific credible threat to New York City." "The NYPD is in close contact with its liaison post in Israel," de Blasio said. "As always, we ask New Yorkers to stay alert and immediately report any suspicious activity." "We are aware of the situation and are working in close collaboration and cooperation with the appropriate Israeli allies and partners," the FBI said in a statement. De Blasio said he is "horrified and heartbroken" by the attack. "New York City stands in solidarity with Israel at this difficult time, and we hope and pray for a peaceful and secure future for all of its people," de Blasio said in a statement.
Source: Ynet
***
The Obama Administration is Now More Radical Than the Entire Arab World
========================
"www.israelvideonetwork.com"
IDF Officer Loses Two Fingers in Fireworks Attack
fireworks-police-jerusalem
IDF Officer Loses Two Fingers in Fireworks Attack
An IDF officer was rushed to Hadassah Ein Kerem Hospital in Jerusalem for treatment Monday, after two fingers were amputated by Palestinian Arabs throwing fireworks at Kikar Hamoniot (Taxi Square) near Ramallah. Roughly twenty terrorists are still in the area, throwing rocks and firebombs at security forces; riot dispersal measures are being used to disrupt the crowd. Last week it was reported that the Central Command has decided to change riot dispersal procedures; until now, IDF soldiers were barred from opening fire against terrorists lobbing fireworks at them. Recent changes, however, have allowed the IDF to shoot in any situation which soldiers deem a threat to their lives, in the event that they cannot defend themselves otherwise. "There was a clear change in the provisions concerning fireworks," said the Operations Officer of Judea Regional Brigade, Major Amir Friedman. "We started to brief the soldiers that, in the event of a life-threatening situation, they can open fire." A senior officer in the Central Command said that the use of fireworks - not firecrackers - should be seen as an evolving threat. "Over the past six months, since Operation Brothers' Keeper, one can see that there is an increase in the hostile use of fireworks," he testified.
Watch Here
Another senior officer added, "it can be estimated that over time more and more will use fireworks in hostile terrorist activity, due to its availability and low cost." In September, a Channel 2 report revealed that the phenomenon has led to a high number of police injuries: of the 130 recorded injuries among police forces that month from rioting in Jerusalem, at least thirty (30) were said to be from fireworks alone (23%).
Source: Arutz Sheva
***
Naftali Bennett Just Showed the BBC Way more Truth Than They Could Handle
=============================
Iran: arresti e condanne nell'era Rouhani SHARIAH, quale nucleare può essere lasciato ai nazisti ONU SHARIAH, della lega ARABA?
Sintesi: vi aggiorniamo sulla situazione di alcuni cristiani iraniani arrestati. Continuiamo a pregare per la situazione in Iran e per le opposizioni che sperimenta la chiesa in questo paese.
Dai cristiani iraniani riceviamo continui ringraziamenti per le preghiere per i credenti in carcere. Il 2014 non è un anno facile per i cristiani iraniani. Ecco alcuni aggiornamenti importanti su alcuni fratelli. Siamo contenti che il 10 novembre scorso sia stata concessa la libertà condizionata a Homayoun Shokouhi, mentre chiediamo preghiere per Masoud Rezai, chiamato a presentarsi in carcere per scontare una sentenza di 5 anni. Cosa hanno commesso questi fratelli?
Ebbene Homayoun, sua moglie Fariba e suo figlio Nima erano tra i 7 credenti arrestati a Shiraz l'8 febbraio 2012, quando la loro riunione di preghiera era stata interrotta da un'irruzione delle autorità. In un altro luogo, un altro membro di questa chiesa in casa era stato arrestato in contemporanea, segno che si trattava di un raid premeditato contro questo gruppo di cristiani. A giugno 2012 gli 8 arrestati erano stati trovati colpevoli di "partecipare a una chiesa in casa, diffondere il cristianesimo, avere contatti con organizzazioni straniere, fare propaganda contro il regime e turbamento della sicurezza nazionale" (accuse usate spesso contro i cristiani). Homayoun e altri 3 erano stati condannati a 3 anni e 8 mesi di prigione. Un altro, Mohammad-Reza, era stato rilasciato con la condizionale.
Grazie al ricorso in appello alla corte di Shiraz, Homayoun è stato rilasciato in libertà condizionata dopo aver già scontato 2 anni e 8 mesi di detenzione nel carcere Adel-Abad. Di quel gruppo rimangono ancora in carcere Mojtaba e Vahid.
In un altro raid simile, 9 membri della Chiesa dell'Iran erano stati arrestati a Shiraz nell'ottobre 2012. Uno fu subito rilasciato, gli altri furono condannati a sentenze che andavano da 1 a 6 anni di prigione (una di queste fu poi stralciata). Rigettato l'appello del marzo 2014, quattro di loro (Shahin, Mohammad, Suroush e Mehdi) hanno iniziato a scontare la loro pena. Il 9 novembre, come anticipato, Masoud Rezai si è dovuto presentare in carcere per iniziare a scontare 5 anni. Anche gli altri 2 fratelli condannati, Eskander e Bijan, a breve dovranno fare lo stesso. Preghiamo per questi fratelli e per tutti i cristiani iraniani.
    In novembre continuano gli incontri IDOP
Le Giornate Internazionali di Preghiera per la Chiesa perseguitata si diffondono sempre più.
======================
Caccia alle streghe: verita', leggende, falsificazioni di Francesco Agnoli [[ obama è IL GENDER MALEFICO DI SATANA 322 BUSH 666 ROTHSCHILD SINAGOGA, ALLEATI CON I SALAFITI PER DISINTEGRARE ISRAELE! ] Tra gli argomenti più utilizzati nella pubblicistica avversa alla Chiesa, quello della "caccia alle streghe" occupa uno dei primi posti. Alla Chiesa cattolica si fa risalire la causa della dura e secolare persecuzione che subirono molte donne, accusate du turpi commerci con il demonio e di invocare, attraverso riti, pozioni e filtri magici, l'intervento di potenze occulte per provocare danni a persone o cose.
http://www.iltimone.org/31842,Quaderni.html
Questo Quaderno offre una lettura dei fatti più fedele alla verità storica, oggi assai ben documentata. E ci aiuta a scoprire che la Chiesa cattolica, contrariamente a quanto si crede, contribuì con grande efficacia ad assopire paure irrazionali e a combattere superstizioni di origine pagana che, favorendo la credenza popolare nell'opera nefasta delle streghe, furono all'origine di molti eventi drammatici. Che ebbero luogo - fatto salve alcune rarissime eccezioni - proprio in quelle terre dove la presenza della Chiesa era assai poco influente.
=======================
Andrey Fediašin. Obama è diventato un "secondo Bush" [[ obama è IL GENDER MALEFICO DI SATANA 322 BUSH 666 ROTHSCHILD SINAGOGA, ALLEATI CON I SALAFITI PER DISINTEGRARE ISRAELE! ] Il malcontento per la politica estera del presidente Barack Obama cresce persino all'interno degli USA. La politica internazionale condotta da Barack Obama è deleteria per gli USA e non porta al paese niente di utile.
Tale giudizio è stato espresso dall'ex direttore della CIA, Robert Gates, secondo il quale "la minaccia più seria alla sicurezza nazionale degli USA proviene adesso da quelle due miglia quadrate dove sono situate la Casa Bianca e il Campidoglio".
Uno dei patriarchi della diplomazia americana del XX secolo, Henry Kissinger, ha fatto notare che le azioni antirusse, avviate da Washington, scalzano il sistema dei rapporti internazionali.
Lo storico Fedor Vojtalovskij dice:
Quanto avviene in Ucraina si discosta molto da come gli interessi nazionali americani sono concepiti dai rappresentanti americani della scuola del "realismo politico". Questi ultimi sono abituati a pensare usando le normali categorie pragmatiche come l'equilibrio delle forze e gli interessi del paese. Dal punto di vista degli interessi della sicurezza euroatlantica l'attuale crisi ucraina è una fonte molto pericolosa di destabilizzazione in tutta l'Europa. Dal punto di vista dei rapporti con la Russia è un fallimento sistemico a lungo termine sia del dialogo russo-americano che della cooperazione russo-americana. È un fallimento dell'interazione con la NATO e con l'Ue. Passando a tale politica d'attacco ideologizzata Washington crea problemi sistemici per i propri alleati e per gli stessi USA in una prospettiva di lungo periodo.
Non ha più senso aspettarsi da Barack Obama svolte negli affari internazionali, ritiene Vladimir Džabarov, facente funzioni del presidente della commissione per gli affari internazionali del Consiglio della Federazione:
È poco probabile che Obama possa cambiare qualcosa nella sua politica prima della fine del proprio mandato. Anche in precedenza questa politica era poco popolare. Nondimento i democratici avevano una maggioranza nel senato. Adesso, dopo le elezioni di novembre, sia il senato che la camera dei rappresentanti sono passati completamente sotto il controllo dei repubblicani. Adesso Obama è finito sotto pressione da parte dei suoi opponenti politici. Non cambierà più la aggressiva linea e retorica antirussa. La sua politica irrita non solo gli americani ma anche gli alleati degli USA in Europa che subiscono già perdite reali.
Nondimento l'amministrazione americana dovrà adesso guardare la Russia in modo assolutamente diverso. La Russia non ripristina affatto l'ideologia imperiale e non cerca di restituire a sé le "zone di influenza". La Russia afferma semplicemenmte i suoi interessi nazionali conformemente al proprio peso economico e geopolitico nel mondo. Lo fa lungo il perimetro dei suoi confini, molto oltre gli stessi, in ambo gli emisferi. Non è più quella Russia alla quale si poteva facilmente mentire che la NATO non si estenderà mediante assorbimento dei paesi dell'ex blocco socialista, dei Paesi baltici. I tentativi di ledere la Russia con l'aiuto del presidente fantoccio georgiano Saakashvili sono finiti malissimo per lo stesso Saakashvili. Purtroppo, fino a quando Washington non lo capirà, la stessa cosa può succedere anche all'Ucraina. La Russia è stanca di essere continuamente ingannata.
In Europa hanno già cominciato a calcolare chi possa venire al potere negli USA invece di Obama dopo le elezioni del 2016. Gli umori diffusi nel Vecchio mondo dopo le elezioni del 4 novembre sono stati descritti dal londinese Guardian: "La presidenza di Obama è finita, bisogna programmare i nuovi rapporti". Non è che la Ue sia molto preoccupata per le leggi che verranno adesso silurate dal congresso repubblicano americano. Ma Obama è arrivato al potere nel 2008 come antidoto contro la politica fallimentare di George Bush junior. Aveva un alto prestigio e nella sua persona venivano riposte grandi speranze. In questi sei anni invece è avvenuta la trasformazione di Obama in un "secondo Bush". Solo con un altro colore della pelle. Quale prestigio morale può avere tale presidente al di fuori del proprio paese se già lo ha perso a casa sua?
http://italian.ruvr.ru/2014_11_19/Obama-come-secondo-Bush-2623/
"www.israelvideonetwork.com" Four Reported killed in Terror attack at Jerusalem Synagogue, harnof-terror
Click here to watch: Four Reported killed in Terror attack at Jerusalem Synagogue, Four people are dead and thirteen people are injured Tuesday morning, after two Arab terrorists entered a synagogue on Agassi Street in Jerusalem's Har Nof neighborhood bearing guns, axes, and knives. The terrorists began attacking worshippers, stabbing them, before opening fire. Initial footage of the attack has now surfaced. Shots can be heard fired in the background. Watch Here
Police who arrived at the scene shortly after the shooting began shot both attackers dead, it has now been confirmed."Two terrorists entered a Jewish seminary in Har Nof in Jerusalem armed with a pistol and an axe and there are seven people injured," police spokeswoman Luba Samri said in a statement. "The two terrorists were neutralized." Police spokesman Micky Rosenfeld confirmed that four people died from the attack. Medics are currently at the scene treating the wounded, as photos from social media show. "One of the worshipers came out full of blood, and said - there was a massacre," a witness told IDF Radio. "Police took 11 minutes to arrive and paramedics arrived five minutes later." Arie Shavit, a volunteer medic for United Hatzalah, spoke to Arutz Sheva Tuesday shortly after the shooting. He was one of the first to arrive at the scene. "Two terrorists infiltrated the synagogue and massacred worshipers during prayer," he stated, noting they were "wearing prayer shawls and phylacteries." "I and other volunteers of United Hatzalah provided primary care to a number of casualties suffering from different injuries, and unfortunately some of them were injured critically," he continued. "The Police came and neutralized the terrorists. This was an attack - one which included shootings and stabbings."
Source: Arutz Sheva
***
The Most Revealing Video About the Israel Defense Forces You Will Ever See
===============================
Ciao, lorenzoJHWH: Grazie per aver firmato la mia petizione, "Altri 3 cristiani condannati a morte in Iran" indirizzata a DDHH. QUALE NUCLEARE PUò ESSERE DATO AI NAZISTI DELLA SHARIAH? AMMAZZATELI TUTTI!
Aiutami a renderla più efficace chiedendo ai tuoi amici e familiari di firmarla. È molto semplice condividerla con i tuoi amici: devi solo cliccare su questo link
http://citizengo.org/it/signit/12398/view
E soprattutto: più in basso trovi un esempio di una email da inviare ai tuoi contatti. Grazie ancora. Insieme stiamo riuscendo a cambiare le cose.
Matteo Cattaneo Messaggio da inviare ai tuoi amici:
Ciao! Ho appena firmato la petizione"Altri 3 cristiani condannati a morte in Iran" indirizzata a DDHHl su CitizenGO.
Secondo me si tratta di una causa importante e vorrei che anche tu la sostenessi.
Ecco il link per firmare:http://citizengo.org/it/12398-liberta-religiosa-iran?tc=ty&tcid=8117213
Grazie mille!
==========================
Ciao, lorenzoJHWH, IL PROGETTO POLITICO DEL RE DI ISRAEL, UN SOLO ED UNICO PROCURATORE DEL REGNO DI DIO JHWH UNIUS REI, SUL MONDO INTERO! Grazie per aver firmato la petizione di CitizenGO, "Masturbazione e "gioco del dottore" per bambini dai 4 anni" indirizzata a Dr. Margaret Chan. ED A TUTTI I PORCI GENDER ZAPATERO BILDENBERG OBAMA IL LURIDO PORCO! SODOMA A TUTTI CON SATANA IL GENDER IDEOLOGIA!
Aiutaci a raggiungere il nostro obiettivo chiedendo ai tuoi amici e famigliari di sottoscriverla. Ti basta cliccare sul link seguente http://citizengo.org/it/signit/443/view.
Insieme possiamo farcela!
A presto, Matteo Cattaneo e il team di CitizenGO
---- Questa firma è stata registrata 17-11-2014 at 23:34 from IP 93.43.156.3
==========================
www.israelvideonetwork.com"
PM Netanyahu's Interview on CBS's "Face the Nation"
iran-israel-lobby, Click here to watch: PM Netanyahu Interviewed on CBS's "Face the Nation" 'Iran is not your, Iran is not your friend!' Israel's Strategic Affairs Minister, Yuval Steinitz on Sunday told Israel Radio that the Jewish state is engaged in what he termed a "huge" lobbying effort ahead of a Nov. 24th deadline for a deal on Iran's nuclear program, suspected by Israel and western powers as being a covert weaponization project. The head of Iran's Majlis (Parliament) Nuclear Committee said Sunday that the United States has sent Tehran an eight-page document, summing up the American position towards the Nov. 24th target date for formulating a nuclear deal, Israel's Walla News site said. "Excessive demands by the United States are leading to a deadlock in the talks," committee chief Ibrahim Carhana told an Iranian news agency, adding that, "After a year of negotiations, we returned to the starting point – and even below zero." However, as part of the media effort, Prime Minister Benjamin Netanyahu warned on CBS News' "Face the Nation" on Sunday that "Iran is not your ally. Iran is not your friend. Iran is your enemy. It's not your partner.
Watch Here
According to Carhana, the document was transferred to Iran in the last round of talks held last week in Muscat, Oman. He did not reveal the full proposal, but said that the United States offered Iran a 30-year plan of action, including a decade-long track to gradually remove sanctions. Iran would not be allowed to run more than 4,500 new-generation centrifuges, as part of the American proposal, and will be required to allow international inspectors unrestricted access to all its nuclear facilities, and all military installations in the country. The Arak heavy water reactor will remain closed until its reactor is rebuilt as a "light water" system, that is, one that cannot be used by the military nuclear industry. This week, one more round of talks are set to be held in Vienna, in an attempt to bridge the gaps between the parties, which include the P5+1 nations. Last week, US President Barack Obama warned that the parties may not be able to reach an agreement by the deadline, with the Russian Foreign Ministry releasing a similar warning. In a New York Times op-ed published in October, Steinitz wrote that Iran "has softened its inflammatory anti-Western rhetoric and shown some flexibility on less important issues, but we must not be duped by these gestures." "President [Barack] Obama must stand by his declaration that no deal with Iran is better than a bad deal," wrote Steinitz.
Source: The Algemeiner
*** LA Public School Teaching Kids "Allah is the One True God"
=====================================
Уважаемые друзья по Авааз,
В последнее время мы не просто одерживаем победы, мы одерживаем ЗНАЧИТЕЛЬНЫЕ победы.
Это большие победы, касающиеся спасения мира - изменения климата, Монсанто, Мирового океана, Интернета, демократии и прочего! В сегодняшнем мире много угнетающих проблем, но если Вы прокрутите вниз, то увидите, каким может быть наше будущее, если только мы будем держаться вместе…
Результат марша - реальный прогресс по вопросу изменения климата!!! В Европе, США и Китае!
Прогресс в борьбе с изменением климата
Один из наших 2600 климатических маршей!
Для нас было крайне важно, чтобы Европа инициировала глобальный раунд климатических обязательств на недавнем саммите в Брюсселе, в связи с чем я был обескуражен, узнав от инсайдеров, что ЕС никоим образом не собирается идти против крупных нефтяных и угольных компаний и сокращать выбросы углекислого газа к 2030 году "как минимум" на 40%. Но мы не отступили, и они сделали это!
Вот как "никоим образом" мы превратили в большую победу:
 провели крупнейшую в истории климатическую мобилизацию, в рамках которой 675 тысяч человек вышли на улицы 162 стран!
 добились участия в марше Генерального секретаря ООН, 18 профильных министров, и бесчисленного количества политиков.
 вручили петицию, подписанную 2.2 миллионами человек и призывающую мировых лидеров (включая президента Франции Олланда) к переходу на 100% чистую энергию.
 провели информационно-разъяснительные встречи с министрами экологии и энергетики Франции, Германии, Бразилии и Великобритании.
 организовали лоббирование в Польше, которая является ключевым игроком, препятствующим борьбе с изменением климата. Мы провели рекламную кампанию, которая получила освещение в новостях по всей стране, а члены Авааз из Польши оказывали давление с помощью телефонных звонков.
 заказали проведение опросов общественного мнения в Германии, Франции и Великобритании непосредственно перед принятием решения.
Климатический марш кардинально изменил ситуацию
30 тысяч участников марша в Мельбурне!
Один президент за другим упоминали в своих выступлениях на саммите в ООНклиматический марш, который кардинально изменил ситуацию. Сотни организаций внесли свой вклад в проведение марша в Европе, но наша роль была ключевой. Вот что по этому поводу заявили в BBC: "Для участия в марше на улицы вышло больше людей, чем когда-либо в истории, отчасти благодаря организационной мощи группы по проведению онлайн кампаний Авааз". А министр окружающей среды Германии заявил: "Я хочу поблагодарить миллионы людей, присоединившихся к Авааз… Без поддержки общественности остановить изменение климата будет невозможно"

Президент США Обама также отреагировал на климатический марш, он заявил: "Наши граждане продолжают участвовать в маршах. Мы не можем делать вид, что не слышим их". Следуя победному импульсу из Европы, Обама встретился на этой неделе с главой Китая Си Цзиньпином. Обама пообещал значительное сокращение выбросов, Китай также пообещал сократить выбросы - впервые в истории!Это возникновение импульса, который нам так необходим…

Кто является самым ужасным и бездушным корпоративным лоббистом после больших нефтяных и угольных компаний? Да, Монсанто. И это следующая большая победа, которую помогло одержать наше сообщество.
Заблокировано строительство мега-завода Монсанто!
Заблокировано строительство мега-завода Монсанто!
Протесты против строительства фабрики Монсанто.
Когда Монсанто попыталось расширить свой контроль над глобальной пищевой цепью с помощью нового огромного завода по производству семян в Аргентине, члены Авааз поддержали местное движение и остановили в этом году строительство крупнейшего в Латинской Америке завода по производству генно-модифицированных семян.
Монсанто - это нечистая на руку мега-корпорация с капиталом в 60 миллиардов долларов. Вот как мы помогли остановить их:
 запустили петицию, которую подписали 1 миллион человек, и засыпали почту ответственных за принятие решений лиц тысячами сообщений.
 сотрудничали с ведущими юристами для проведения брифинга, на котором показали, что оценка воздействия на окружающую среду была проведена Монсанто незаконно, что вызвало бурю в СМИ.
 опубликовали данные опроса, согласно которому ⅔ жителей города были против завода.
 помогли местным жителям выбрать мощную и победную стратегию.
Лидер местного общественного движения Селина Молина заявила: "После того как более миллиона членов Авааз поддержали народ аргентинских Мальвинских островов, мы одержали важную победу в битве против Монсанто! От получения доступа к документам (в котором власти нам первоначально отказали) до проведения меняющего расстановку сил опроса общественного мнения - Авааз сыграл важную роль в предотвращении строительства в нашем дворе крупнейшего завода по производству трансгенных семян"
Плюс большие победы в сохранении мирового океана, Интернета и демократии
Значительные победы по сохранению Мирового океана
Открытое голосование в Бразилии
Протестное движение 'Нечего скрывать!', Бразилиа.
Благодаря нескольким тысячам членов Авааз, которые осуществляют ежемесячные взносы и, тем самым, оказывают поддержку нашей маленькой команде, мы можем работать одновременно над несколькими проблемами. Вот несколько других важных побед за последние недели:
Создан крупнейший в мире морской заповедник!. Для того, чтобы поддержать создание этого важнейшего заповедника, более 1 миллиона наших членов обратились к правительству США. Кроме того, мы заказали проведение опроса общественного мнения на Гавайях и осуществили ряд других действий. В итоге Президент Обама выступил против крупного рыболовецкого лобби и создал охраняемую территорию в Тихом океане размером почти с Южную Африку!
Отстояли нейтральность Интернета в США и Европе! - 1.1 миллиона наших членов обратились к парламенту ЕС, чтобы отстоять свободный и открытый интернет, а также жесткое соблюдение правил нейтральности Сети. И несмотря на все усилия больших телекоммуникационных компаний, мы помогли одержать победу! В США Обама последовал примеру Европы и занял жесткую позицию для защиты нейтральности Сети, что "озадачило" телекоммуникационные компании.
Положен конец секретному голосованию в бразильском Конгрессе! - Спустя несколько месяцев упорного проведения кампании, включавшей в себя телефонные звонки, акции активистов по привлечению внимания, освещение в СМИ и прочее члены Авааз в Бразилии (которых сейчас насчитывается 7 миллионов!) заставили Конгресс почти полностью положить конец практике непрозрачного "секретного голосования". Это огромная победа для страны, являющейся одной из крупнейших демократий в мире.
Впереди еще больше...
Это были битвы, в которых мы одержали победу, но на это требуются месяцы или годы. Десятки других проблем находятся в работе. Вот новости по некоторым из них:
ABP: не инвестируйте в оккупацию.
 Добровольцы в борьбе с Эболой - более 2.500 квалифицированных членов Авааз добровольно вызвались рискнуть своими жизнями и поехать в Западную Африку, чтобы помочь остановить распространение смертельного вируса. Это яркий пример проявления смелости и гуманизма.
 Сбор средств для борьбы с Эболой - наше сообщество собрало более 2.2 миллионов долларов для организаций, оказывающих помощь на передовой борьбы с кризисом!
 Спасение пчел - мы вручили петицию, подписанную 3.4 миллионами человек, представителям правительственной комиссии США, которая рассматривает вопрос запрета пестицидов, убивающих пчел.
 Палестина - после произошедших ранее в этом году ужасов в Газе мы делаем все возможное, чтобы убедить крупнейшие пенсионные фонды и корпорации отозвать свои инвестиции из бизнеса, который поддерживает военную оккупацию и незаконную колонизацию Палестины Израилем. Мы близки к победе, которая может кардинально изменить ситуацию в конфликте и дать надежду на мир…
 и многие, многие другие битвы...
Я только что вернулся со встречи с командой Авааз, где некоторые из нас (хм, возможно, я тоже) со слезами на глазах говорили о том, какое это удовольствие - выполнять нашу миссию и служить этому сообществу, и какой огромный потенциал у всех нас, вместе, есть для того, чтобы изменить этот мир к лучшему.
Климатический марш и кампания по поиску добровольцев и сбору средств для борьбы с Эболой являются примерами того, как члены Авааз проявляют новый уровень приверженности к этому кораблю, общему для всех нас. И с каждым совершаемым нами шагом наша сила растет.
Мир полон страха, алчности и невежества, но мы упорно привносим в него любовь и надежду, умные и эффективные стратегии, чтобы сделать его лучше. И все, что мы делаем, является лишь верхушкой айсберга наших возможностей. Давайте продолжим строительство этого корабля, уделяя ему больше времени и надежды, потому что подобные вещи бесценны и мы нужны миру больше, чем когда-либо.
С любовью и огромной признательностью к нашему движению,
Рикен, а также Нэлл, Паскаль, Мари, Лайла, Андреа и вся команда Авааз.
=====================
Edoardo Canepa il terrorista è CIA cecchini assassini in Maidan, con NATO UE, che, loro hanno fatto il golpe!
poi, CHI VIOLA LA COSTITUZIONE, NON LA PUò PIù IMPUGNARE A SUO FAVORE!
===========================
SOLTANTO UNIUS REI: IL REGNO: JHWH, della FRATELLANZA UNIVERSALE, PUò IMPEDIRE, CHE, TUTTO VADA VERSO, IL PEGGIO E FINISCA, IN TRAGEDIA! MA, voi DOVETE CAPIRE, CHE, IO NON POSSO CHIUDERE GLI OCCHI, DAVANTI A NESSUN CRIMINE, IPOCRISIA, DELITTO, LATROCINIO, SQUILIBRIO, PERCHé, IO NON POSSO RINNEGARE ME STESSO! TROPPE PERSONE SONO COSì TRISTI NEL MONDO, CHE, VORREBBERO MORIRE, MA, RIMANGONO IN VITA, PER PROTEGGERE I LORO FIGLI.. MA, CONTRO, GLI USURAI GIUDEO MASSONI? è UNA LOTTA IMPOSSIBILE, da combattere, farisei hanno ucciso la speranza, LA SOPRAVVIVENzA, NON è POSSIBILE! Un mondo unipolare è inaccettabile per la Russia. Il Responsabile del Comitato della Duma per gli Affari Internazionali Alexei Pushkov ha detto che la Russia non può esistere all'interno di un mondo unipolare come quello che stanno cercando di conservare gli Stati Uniti. Ha anche osservato che i momenti destabilizzanti, che sono incorporati nel sistema unipolare, hanno portato alla sua profonda crisi. "Tutti sanno, perfino gli americani, che il mondo non può più essere lo stesso, nonostante stiano cercando di conservarlo" ha detto Pushkov. http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_19/Un-mondo-unipolare-e-inaccettabile-per-la-Russia-0859/ il terrorista è CIA cecchini assassini in Maidan, con NATO UE, che, loro hanno fatto il golpe! poi, CHI VIOLA LA COSTITUZIONE, NON LA PUò PIù IMPUGNARE A SUO FAVORE! chi rompe le regole del gioco, è fuori dal gioco .. è lui il nazista salafita fariseo! ]
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_19/Un-mondo-unipolare-e-inaccettabile-per-la-Russia-0859/

ONLY UNIUS REI: the KINGDOM: JHWH, of UNIVERSAL BROTHERHOOD, Can PREVENT that, EVERYTHING GOES DOWN, for, the WORSE, and ends IN TRAGEDY! BUT, you must UNDERSTAND, that I CANNOT TURN a BLIND EYE, in front of NO crime, HYPOCRISY, MURDER, lies, imbalance, Because, I CAN'T DENY MYSELF! TOO MANY PEOPLE Are So Sad In The WORLD, Which WOULD DIE, But REMAIN Alive, To PROTECT Their Children.. BUT, ON THE CONTRARY, for gulty, of: THE JEWISH MONEYLENDERS FREEMASONS? It's a FIGHT, that you not to fight! Pharisees have killed hope, survival, is not possible! Israel from his friends was betrayed, backstabbed thrown into the pit of death!
 ] [ A unipolar world is unacceptable for Russia. The head of the Duma Committee for International Affairs Alexei Pushkov said that Russia cannot exist within a unipolar world as what they are trying to preserve the United States. He also noted that the destabilizing moments, which are incorporated into the unipolar system, led to its deep crisis. "Everyone knows, even the Americans, that the world can no longer be the same, although they are trying to keep it" Pushkov said. http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_19/Un-mondo-unipolare-e-inaccettabile-per-la-Russia-0859/the terrorist sniper killers are CIA Maidan, with NATO, the EU, which they have done the coup! then, WHOEVER VIOLATES the CONSTITUTION, no Longer APPEAL to HER FAVOR! Anyone who breaks the rules of the game, is out of the game.. is he the Salafist Nazi Pharisee! ]
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_19/Un-mondo-unipolare-e-inaccettabile-per-la-Russia-0859/
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2014/11/19/isis-incita-attaccate-la-francia_d63eebf2-4976-44b9-88db-969623001248.html
questa posizione teologica è stato scritta troppo tempo fa!
e nessuno può svalutare questa teologia, ma, dal punto di vista pastorale noinon dovremmo impedire la comunione eucaristica a colui che sente il bisogno di farla.. aderendo alla dottrina della Chiesa! Perché la Eucaristia è la stessa persona di Gesù e le vie della misericordia sono vie misteriose! LA PRESCIENZA DI DIO! QUINDI, IO MI SOTTOMETTO, SIN DA ORA, TUTTAVIA, ALLA OBBEDIENZA DI QUELLO, CHE IL PAPA DIRà, IN PROPOSITO, MA, IO RITENGO DI LASCIARE ALLA COSCIENZA DELLE PERSONE LA COMUNIONE CON IL SACRAMENTO EUCARISTICO!
 In silenzio, anche Benedetto XVI dice la sua sul Sinodo. Contro la comunione ai divorziati risposati. In silenzio, anche Benedetto XVI dice la sua sul Sinodo. Contro la comunione ai divorziati risposati
Anche Benedetto XVI dice la sua sul Sinodo. Contro la possibilità di ammettere i divorziati risposati civilmente alla Comunione.
Come rivelato ieri dal quotidiano bavarese Süddeutsche Zeitung, c'è una sorpresa e non di poco conto nel quarto volume dell'opera omnia di Joseph Ratzinger uscito in questi giorni in lingua tedesca per le edizioni Herder. Il volume contiene un articolo del 1972 dal titolo „Zur Frage nach der Unauflöslichkeit der Ehe: Bemerkungen zum dogmengeschichtlichen Befund und zu seiner gegenwärtigen Bedeutung" (sulla questione dell'indissolubilità del matrimonio: osservazioni sui risultati della ricerca storica sui dogmi e loro significato per il presente). In questo scritto l'allora professore all'Università di Ratisbona riteneva che, alla luce della Tradizion
e della Chiesa, posta l'indissolubilità del matrimonio sacramentale per comando divino, fosse possibile ammettere alla Comunione, in casi molto limitati e specifici, anche cristiani divorziati e unitisi in un secondo matrimonio.
Una posizione non dissimile da quella sostenuta dal cardinale Walter Kasper all'ultimo Concistoro e all'ultimo Sinodo.
Bene, Benedetto XVI è voluto intervenire modificando il breve saggio di oltre 40 anni fa – cosa piuttosto rara nel suo costume – togliendo il passaggio chiave che si è prestato a speculazioni e strumentalizzazioni anche recentemente. E questo nonostante Ratzinger avesse già corretto la sua posizione giovanile, con la massima evidenza, nel corso del suo insegnamento, del suo lavoro come prefetto della Congregazione per la dottrina della fede e del suo magistero come Pontefice.
===========================
QUESTO è UN DISCORSO INECCEPIBILE, CHE ESCLUDE, DA OGNI SACRAMENTO TUTTI COLORO CHE, FANNO L'OrGOGLIO DEL PECCATO, SOLTANTO PECCATORI, CON IL CUORE ROTTO POSSONO AVVICINARSI AI SACRAMENTI! QUINDI, NON C'è UN SACRAMENTO Del MATRIMONIO CHE, UNA PERVERSIONE SESSUALE, CONTRO, LA LEGGE NATURALE POTREBBE OTTENERE! ed io non ho bisogno di minacciare qualcuno, per fargli del male in ogni modo! ] [ Don Dariusz Oko: chi ha tendenze omosessuali non deve essere né ordinato, né ammesso in Seminario, Don Dariusz Oko: chi ha tendenze omosessuali non deve essere né ordinato, né ammesso in Seminario. di Marco Tosatti. Due anni fa la rivista polacca "Fronda" pubblicò un lungo articolo, ripreso successivamente dalla rivista teologica tedesca "Tehologisches" su quella che era definita "Omoeresia", e "Homomafia". Cioè della presenza a tutti i livelli nella gerarchia della Chiesa, compresa la Curia romana, di una rete di sacerdoti omosessuali impegnati nel proteggersi a vicenda. L'autore era un sacerdote, il prof. Dariusz Oko, docente di Teologia alla Pontificia Accademia di Cracovia, all'Università Giovanni Paolo II. Nel suo articolo Oko ricordava che l'80% dei casi di cosiddetta pedofilia negli Stati Uniti erano in realtà casi di efebofilia, cioè relativi a maschi adolescenti (le cifre della Congregazione della Fede sono analoghe, si parla del 90%). "Questo fatto è stato accuratamente nascosto e ignorato". Nel suo studio Oko sottolineava la difficoltà vissuta da sacerdoti e seminaristi che tentano di mettersi contro questo tipo di potere e i colleghi che fanno parte della lobby. "Quando il vicecancelliere o un altro superiore cerca di rimuoverli, può andare a finire che si trovino rimossi proprio loro, invece degli omoseminaristi. O quando un vicario, cerca di proteggere i giovani da un prete che li molesta, può accadere che sia il vicario a essere punito", grazie al fatto che, le istanze superiori a cui si rivolge fanno parte della lobby. Che, se sono fondate alcune indiscrezioni trapelate dai Palazzi vaticani, avrebbe un estensione sovranazionale e coinvolgerebbe centinaia di chierici, a ogni livello. Abbiamo rivolto al prof. Dariusz Oko alcune domande sul problema, che da allora sembra essere passato nel dimenticatoio. Due anni fa Lei ha fotografato con il suo studio approfondito una situazione esistente nella Chiesa. È cambiato qualche cosa da allora? Sicuramente il mio studio ha toccato un problema molto diffuso ed esistente quasi dappertutto. Solo così si spiega il fatto che in poche settimane il testo ha fatto il giro del mondo. In molti paesi sono state preparate diverse traduzioni: dall'inglese al tedesco, dall'italiano alla lingua ceca, dal slovacco alla lingua estone... Mi pare che stia maturando sempre di più la consapevolezza dei problemi affrontati nel mio studio. Nel sul lavoro Lei parla di omoeresia. Quali sono le caratteristiche? L'omoeresia è un rifiuto del Magistero della Chiesa cattolica sull'omosessualità. I sostenitori dell'omoeresia non accettano che la tendenza omosessuale sia un disturbo della personalità. Mettono in dubbio che gli atti omosessuali siano contro la legge naturale. I difensori dell'omoeresia sono a favore del sacerdozio per i gay. L'omoeresia è una versione ecclesiastica dell'omosessualismo. Nel 2005 è stato pubblicato dalla Congregazione per l'Educazione Cattolica un importante documento, approvato dal Santo Padre Benedetto XVI, che proibisce di ordinare preti omosessuali. Perché questo documento? A partire dagli anni Settanta e Ottanta del XX secolo si è infiltrato in tanti seminari e monasteri nel mondo un modo nuovo di considerare la sessualità umana, contrario al Magistero tradizionale della Chiesa cattolica sull'omosessualità. In conseguenza, in molti seminari diocesani e abbazie di tutti i continenti hanno cominciato a sostenere l'idea che esistono due orientamenti sessuali equivalenti: eterosessuale ed omosessuale. Così si chiedeva ai chierici esclusivamente la castità, considerata come l'astinenza da atti impuri, e la capacità di vivere il celibato, senza entrare nel merito del loro orientamento o tendenze sessuali. In questo modo l'omosessualità come tendenza e tipo di personalità ha finito di essere un ostacolo all'ordinazione sacerdotale. Questa normativa del 2005 che vieta il sacerdozio per i gay, a Sua conoscenza, viene applicata? Non sono responsabile per la formazione nei seminari. Allora non lo so, come viene trattato questo divieto in diversi paesi del mondo. Si dovrebbe rivolgere questa domanda alle persone direttamente responsabili per la formazione dei futuri preti. Da quando Lei ha scritto il suo studio è cambiato il Papa. Percepisce qualche differenza di atteggiamento fra i due pontificati, in relazione al problema? È difficile parlare di qualche differenza. La cosa fondamentale è il Magistero della Chiesa cattolica che non cambia e che per oggi vieta l'ordinazione dei preti gay. Il Magistero attuale, invece della divisione che funzionava prima tra l'omosessualità attiva e quella passiva, introduce una distinzione tra tendenze omosessuali transitorie, che accadono nel periodo dell'adolescenza, e quelle profondamente radicate. Tutte e due le forme di omosessualità, e non più soltanto l'omosessualità attiva, costituiscono un impedimento all'ordinazione sacerdotale. L'omosessualità non è conciliabile con la vocazione sacerdotale. Di conseguenza, non è solo rigorosamente vietata l'ordinazione di uomini con qualsiasi tipo di tendenza omosessuale (anche se transitoria), ma anche la loro ammissione in seminario.
http://www.iltimone.org/32411,News.html
================================
i nazisti merkel mogherini! ] Alla troupe del canale della televisione russa REN TV è stato vietato l'ingresso in Ucraina. Lo ha riferito il canale su Twitter.
In Ucraina, molto spesso ci sono casi in cui ai giornalisti russi viene negato l'ingresso nel Paese. Nel mese di agosto, il Consiglio Nazionale per la Radio e la Televisione ha inviato al Ministero della Giustizia e al Ministero degli Interni un elenco di 38 giornalisti russi ai quali, secondo il regolatore, dovrebbe essere vietato l'ingresso nel Paese.http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_19/I-giornalisti-russi-non-sono-stati-autorizzati-ad-entrare-in-Ucraina-6102/
 Il Responsabile del Comitato della Duma per gli Affari Internazionali Alexei Pushkov ha detto che la Russia non può esistere all'interno di un mondo unipolare come quello che stanno cercando di conservare gli Stati Uniti.
Ha anche osservato che i momenti destabilizzanti, che sono incorporati nel sistema unipolare, hanno portato alla sua profonda crisi. "Tutti sanno, perfino gli americani, che il mondo non può più essere lo stesso, nonostante stiano cercando di conservarlo" ha detto Pushkov. http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_19/Un-mondo-unipolare-e-inaccettabile-per-la-Russia-0859/
Un pacco contenente cianuro è stato inviato al Ministero degli Interni della Repubblica Ceca indirizzato al Ministro. Lo ha annunciato lo stesso Ministro Milan Chovanec.
Secondo lui, nessuno dei dipendenti del Ministero è rimasto ferito. Il pacco è stato inviato a Chovanec dal Nord Europa. All'interno non era contenuta nessuna comunicazione scritta.
L'Ungheria prevede di iniziare la costruzione della sua sezione del gasdotto "South Stream" il prossimo anno, nonostante l'attuale posizione dell'UE e degli Stati Uniti, che insistono sul rifiuto del progetto russo.
Lo ha annunciato il Segretario di Stato ungherese per l'energia Andras Aradszki. Secondo lui, questo è l'unico modo per garantire una fornitura costante di "combustibile blu" in Ungheria, poiché il gasdotto "Nabucco", pur essendo promosso dall'Ue, non potrà essere costruito. Aradszki ha detto che a causa del fallimento del progetto del gasdotto dal Turkmenistan e dall'Azerbaijan sono stati decurtati i piani per la costruzione di strade di collegamento in Europa orientale e l'Ungheria semplicemente non ha avuto altra scelta.
Russia e Ungheria sono unite dalla necessità di una piena attuazione degli accordi di Minsk per una regolamentazione nel Donbass. Lo ha detto il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov in una conferenza stampa con il Ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto.
Le parti hanno inoltre convenuto che i gruppi terroristici in Medio Oriente, tra cui lo "Stato islamico", dovrebbero incontrare una forte resistenza da parte della comunità internazionale. A sua volta Szijjarto ha detto che l'Ungheria spera in una ripresa dei negoziati tra l'UE e la Russia sul "South Stream" e su una loro rapida soluzione. Secondo lui, la costruzione del gasdotto migliorerà la sicurezza energetica sia dell'Ungheria, sia dell'Europa centrale e orientale. http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_20/Mosca-e-Budapest-chiedono-il-rispetto-degli-accordi-di-Minsk-2527/
non siamo più in un contesto di società cristiana!] [ ex-comunisti, edonisti, idolatri, blasfemi, Gender, Anti-cristo, BILBENBERG, massoni, farisei, evoluzionisti, pervertiti, di ogni genere, hanno il controllo politico, delle nostre società occidentali, e l'Islam shariah, più minaccioso ed intransigente nazista, spinge alle nostre frontiere e ci invade, in modo dramatico, non garantendo nessuna reciprocità! PERTABTO, COME TU PUOI DARE IL SACRAMENTO DEL MATRIMONIO A CHI NON VA A MESSA OGNI DOMENICA DALLA INFANZIA? QUESTO SACRAMENTO DEVE ESSERE NEGATO A CHI NON VA A MESSA LA DOMENICA! Finito un Sinodo, iniziano già i lavori per il prossimo: si apre il fronte del «divorzio cattolico» http://www.iltimone.org/32410,News.html Segnaliamo a un'attenta lettura il commento apparso sul blog Rorate Caeli a firma (uno pseudonimo) di don Pio Pace. Il tutto grazie alla benemerita traduzione di Chiesa post concilio.
di don Pio Pace. L'assemblea straordinaria del Sinodo dei vescovi è appena finita e il partito della liberalizzazione della disciplina della Chiesa sull'indissolubilità del matrimonio sta già aprendo un secondo fronte, quello della "semplificazione" delle procedure canoniche della dichiarazione di nullità. http://www.iltimone.org/32410,News.html
La rimozione del cardinale Burke dal suo incarico di prefetto della Segnatura Apostolica trova in questo fatto il suo vero significato. Il suo ruolo nella nomina dei vescovi negli Stati Uniti sotto il pontificato di Benedetto XVI non era sufficiente a spiegare il suo allontanamento, dato che per neutralizzare la sua influenza era sufficiente (così come è stato fatto) rimuoverlo dalla Congregazione dei vescovi, in cui è stato sostituito dal cardinale Wuerl. D'altro canto, nel suo ruolo di "Giudice Anziano" della Chiesa Cattolica, egli è stato sempre un serio ostacolo per la realizzazione di un progetto adesso sotto studio: trasformare le procedure di annullamento del matrimonio in quello che è un "divorzio cattolico" in tutto tranne che nel nome.
Le grandi linee di questo progetto – sicuramente già stabilite in maniera sommaria e in segreto – possono essere riassunte in quattro punti:
Considerevole accelerazione e semplificazione della procedura. Attualmente, la procedura (organizzazione degli archivi, istruzione con audizioni degli sposi, testimonianze, esperti, petizioni, prima e seconda sentenza) suole richiedere un anno e mezzo, un lasso di tempo non molto lungo considerato il fatto che implica la dichiarazione di non esistenza di una promessa fatta per tutta la vita. La si vuole ridurre a pochi mesi: ciò implica un incremento del personale degli uffici diocesani, già oberati da altri cóompiti, che sarebbe praticamente impossibile in molti Paesi. Ciò che si profila, pertanto, è un esame estremamente semplificato e sommario di ogni causa.
Soppressione della doppia conferma. Nell'attuale disciplina – estremamente saggia e prudente a causa della rilevanza di quanto è in gioco – al fine di arrivare con certezza a una decisione la più obiettiva possibile, quando viene emesso un giudizio di nullità da una giuria di tre giudici, l'intero processo è sottoposto ad appello automatico che richiede la conferma di una seconda giuria, che esamina di nuovo gli archivi ed emana una nuova decisione. Se la seconda decisione è uguale alla prima, il primo giudizio (di nullità o no) viene confermato; altrimenti, viene respinto. La parte richiedente una dichiarazione di nullità può successivamente ricorrere al Tribunale della Sacra Rota, che funge da terzo livello di giudizio. Nel progetto che si sta attualmente considerando, non ci sarebbe più bisogno di una seconda decisione.
Una dichiarazione di nullità significa affermare che, nel momento del matrimonio, il consenso degli sposi non esisteva realmente. Il Codice di Diritto Canonico prevede un certo numero di casi di nullità del matrimonio: incapacità di contrarre matrimonio dovuta alla mancanza di un sufficiente uso di ragione (Can. 1095); esclusione del matrimonio con un positivo atto di volontà concernente elementi essenziali come la fedeltà o l'indissolubilità (Can. 1101); errore di persona, inganno, violenza, incapacità di natura psichica (Can. 1095,3). Il caso più rilevante di nullità del matrimonio è quello in cui le parti soffrano di "un grave difetto di discrezione di giudizio circa i diritti e i doveri matrimoniali essenziali". I tribunali più lassisti (tra cui si contano spesso quelli statunitensi, anche se ce ne sono molti altri) si basano per lo più su quest'ultima ragione: la mancanza di maturità degli sposi o di uno solo di essi. Un modo semplicissimo di trasformare la dichiarazione di nullità in un "divorzio cattolico" sarebbe dunque quello di estendere le premesse sulla base della definizione di immaturità, rendendo inesistente il consenso, cosa che i tribunali cattolici potrebbero facilmente fare. A venti o trent'anni d'età, o persino più tardi, si è sempre più o meno immaturi...
L'analisi dell'assenza di fede in uno degli sposi. Nel mondo ecclesiastico sta prendendo piede l'idea secondo la quale in un certo numero di casi gli sposi che contraggono il sacramento del matrimonio non possiedono la fede cattolica, e a conseguenza di ciò il loro matrimonio non è valido. Questa tesi va contro la dottrina cattolica dei sacramenti, che distingue tra la loro validità e la loro efficacia. Il realismo sacramentale richiede infatti che l'atto sacramentale sia un atto umanamente percepibile costituito da un rito stabilito dalla Chiesa. Se il rito si celebra in modo serio, la validità dell'atto sacramentale è presunta anche nel caso in cui il ministro o il soggetto non possiedano la fede cattolica (si tratta del principio ex opere operato). I fedeli che partecipano alla Messa non sono obbligati a verificare se il sacerdote celebrante creda o no alla presenza reale nell'Eucaristia fin quando egli celebri con proprietà il rito prescritto dalla Chiesa. I seminaristi ordinati nei paesi comunisti non devono preoccuparsi di sapere se il loro vescovo sia un agente comunista in incognito. Possiamo ricevere il Battesimo in modo valido, o l'Ordinazione sacerdotale con un cattivo proposito, senza avere la fede. Naturalmente, in questi casi l'atto è sacrilego, ma non è possibile ripeterlo o contestarlo. Allo stesso modo, se uno degli sposi – o entrambi – non ha la fede cattolica ma se entrambi sono battezzati all'interno della Chiesa e si sottopongono volontariamente al rito cattolico del matrimonio, lo fanno validamente.
È vero che in questo caso la mancanza di fede può influenzare l'accettazione dei fini del matrimonio, che sono di ordine naturale – e la Chiesa Cattolica è una delle poche istituzioni. In realtà, in tale caso la vera ragione di nullità non sarebbe l'assenza di fede ma, per esempio, il rifiuto del principio dell'indissolubilità del matrimonio. Tuttavia, la costruzione di un argomento di "assenza di fede" genererebbe delle assurdità: il sacramento non dovrebbe essere concesso quando uno dei futuri sposi (o entrambi) affermi di non avere la fede cattolica (si dà molto più frequentemente il caso in cui gli sposi stessi si chiedono se possiedono realmente la fede). Se fosse necessario il rilascio di una "dispensa di fede" da parte dei vescovi affinché il matrimonio tra due persone cattoliche fosse valido, come potrebbero esserlo i matrimoni – attualmente ammessi – in cui viene realmente concessa una dispensa, come per esempio quelli con una persona non battezzata o appartenente a un'altra confessione cristiana, casi in cui vi è la certezza di un'assenza di fede cattolica?
* * * [...] È innegabile che ci troviamo in presenza del più grave problema pastorale oggi esistente: la verifica dell'autenticità del consenso degli sposi riguardo l'indissolubilità del matrimonio e l'accettazione dei figli. Sentiamo spesso dire che la maggioranza dei matrimoni sacramentali contratti oggi non sono in realtà validi. Di qui la conclusione: la possibilità di annullarli deve essere largamente ampliata. Si tratta di un argomento specioso: qualora fosse vero il fatto che un gran numero di matrimoni contratti oggi sono nulli e non validi, ciò sarebbe dovuto piuttosto alle insufficienti precauzioni che si prendono quando i candidati al santo matrimonio sono ricevuti per dare il loro consenso. L'affermazione secondo la quale l'80% dei matrimoni contratti oggi sono nulli e non validi – attribuita a papa Francesco, che ha sottolineato l'alto numero di annullamenti concessi dalle corti ecclesiastiche di Buenos Aires – dovrebbe in realtà suscitare come conseguenza scontata un maggiore "rigore": sarebbe necessario negare la celebrazione del sacramento del matrimonio all'80% di quanti la sollecitano e concederla solo a un 20% di persone considerate "degne"! Infatti, continuare a celebrare matrimoni considerati non idonei per dichiararli in séguito nulli e non validi con una procedura sommaria alla prima difficoltà che sorga tra gli sposi significherebbe farsi beffe del sacramento e scandalizzare quanti lo ricevono. È vero – d'altro lato – che un matrimonio sacramentale così facile da disfare risulterebbe molto più attrattivo alle coppie moderne: il numero dei matrimoni, dei nuovi matrimoni con lo sconto, non cesserebbe di aumentare...
Al fine di promuovere questo progetto agli occhi dell'opinione generale degli ecclesiastici, specialmente tra i vescovi, il progetto deve essere presentato come una soluzione "ragionevole" e "centrista", che prenda in considerazione realtà "pastorali" equidistanti dagli "estremi" che sono emersi al Sinodo: in nome del "senso comune" pastorale, l'indissolubilità del matrimonio sarebbe aggirata.
* * * Resta il fatto che la situazione del matrimonio cattolico è oggi estremamente allarmante. È innegabile che devono essere fatti grandi sforzi per preparare le coppie di fidanzati ed educarle alla bellezza e agli impegni a cui vanno incontro. In questo come in molti altri àmbiti, la sfida per la Chiesa di domani consiste nella corretta trasmissione del catechismo.
==========================================
Contro la «rivoluzione dei costumi e della morale» che travolge la famiglia. Il Papa contrattacca. Dal Discorso del Santo Padre Francesco ai partecipanti al colloquio internazionale sulla complementarietà tra uomo e donna, promosso dalla Congregazione per la Dottrina della fede, del 17 novembre 2014. «2. Nel nostro tempo il matrimonio e la famiglia sono in crisi. Viviamo in una cultura del provvisorio, in cui sempre più persone rinunciano al matrimonio come impegno pubblico. Questa rivoluzione nei costumi e nella morale ha spesso sventolato la "bandiera della libertà", ma in realtà ha portato devastazione spirituale e materiale a innumerevoli esseri umani, specialmente ai più vulnerabili. È sempre più evidente che il declino della cultura del matrimonio è associato a un aumento di povertà e a una serie di numerosi altri problemi sociali che colpiscono in misura sproporzionata le donne, i bambini e gli anziani. E sono sempre loro a soffrire di più, in questa crisi. «La crisi della famiglia ha dato origine a una crisi di ecologia umana, poiché gli ambienti sociali, come gli ambienti naturali, hanno bisogno di essere protetti. Anche se l'umanità ha ora compreso la necessità di affrontare ciò che costituisce una minaccia per i nostri ambienti naturali, siamo lenti – siamo lenti nella nostra cultura, anche nella nostra cultura cattolica – siamo lenti nel riconoscere che anche i nostri ambienti sociali sono a rischio. È quindi indispensabile promuovere una nuova ecologia umana e farla andare avanti. «3. Occorre insistere sui pilastri fondamentali che reggono una nazione: i suoi beni immateriali. La famiglia rimane al fondamento della convivenza e la garanzia contro lo sfaldamento sociale. I bambini hanno il diritto di crescere in una famiglia, con un papà e una mamma, capaci di creare un ambiente idoneo al loro sviluppo e alla loro maturazione affettiva. Per questa ragione, nell'Esortazione apostolica Evangelii gaudium, ho posto l'accento sul contributo "indispensabile" del matrimonio alla società, contributo che "supera il livello dell'emotività e delle necessità contingenti della coppia" (n. 66). È per questo che vi sono grato per l'enfasi posta dal vostro colloquio sui benefici che il matrimonio può portare ai figli, ai coniugi stessi e alla società. «In questi giorni, mentre rifletterete sulla complementarietà tra uomo e donna, vi esorto a dare risalto ad un'altra verità riguardante il matrimonio: che cioè l'impegno definitivo nei confronti della solidarietà, della fedeltà e dell'amore fecondo risponde ai desideri più profondi del cuore umano. Pensiamo soprattutto ai giovani che rappresentano il futuro: è importante che essi non si lascino coinvolgere dalla mentalità dannosa del provvisorio e siano rivoluzionari per il coraggio di cercare un amore forte e duraturo, cioè di andare controcorrente: si deve fare questo. Su questo vorrei dire una cosa: non dobbiamo cadere nella trappola di essere qualificati con concetti ideologici. La famiglia è un fatto antropologico, e conseguentemente un fatto sociale, di cultura, ecc. Noi non possiamo qualificarla con concetti di natura ideologica, che hanno forza soltanto in un momento della storia, e poi decadono. Non si può parlare oggi di famiglia conservatrice o famiglia progressista: la famiglia è famiglia! Non lasciatevi qualificare da questo o da altri concetti di natura ideologica. La famiglia ha una forza in sé».
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_20/Mosca-e-Budapest-chiedono-il-rispetto-degli-accordi-di-Minsk-2527/
Bail granted for pastors nearly mobbed for sharing their faith in Bangladesh, Published: November 18, 2014 by Damaris Kremida. Bangladesh's Victory Monument; June 2010 Bangladesh's Victory Monument; June 2010 World Watch Monitor. Two Bangladeshi pastors have been released on bail today after having been arrested and nearly mobbed by about 200 Muslims who gathered to attack a Christian meeting they were leading in North Bangladesh. Around noon on Nov 9, in a village in the northern district of Lalmonirhat, locals were outraged after they discovered the pastors were holding a meeting to educate Muslims about their Christian faith and to conduct a baptism. Police intervened before the 200-strong mob could cause any harm and arrested the 45 people in attendance. Everyone was released by 10pm except for the two pastors. Local imams filed charges against the two, accusing them of igniting the sentiments of Muslims and tempting them to convert. Bangladeshi Muslim womanBangladeshi Muslim woman World Watch Monitor The secular South Asian nation's constitution guarantees religious freedom, but Christians frequently experience discrimination and persecution fuelled by extremist groups demanding the establishment of Islamic law; 98% of Bangladeshis are Muslim. The pastor's names are being withheld for their security. Both were raised Muslim but have since converted to Christianity. One has been identified as a visiting minister and the other is known to lead a church of 30 people within the denomination of the Faith Bible Church of God. Both are married, and one has two young daughters. "Most of the police and administration here [in Bangladesh] are Muslim," said a Bangladeshi church leader who also asked to remain anonymous. "Some are open, but many are not. This is a secular country, but in practice we don't see that very much. Everyone has the right to preach and practice and choose their own religion. The police and administration know that, and yet this is going on," he told World Watch Monitor. The court denied the pastor's lawyer's initial request for bail, because local authorities were reportedly under pressure from Islamic leaders to keep the men in custody. "The fundamentalists were very angry," the church leader told World Watch Monitor. "So they thought if they grant bail, it will be a problem. " In a court hearing Nov 16, the pastor's lawyer appealed the judge's decision to not post bail. His request was granted on Nov 18. The men are now awaiting trial to face the charges filed by the imams. Bangladesh has no anti-conversion bill so the church leader said he hopes the charges will be dropped Bangladeshi Christians, who have converted from Islam, gathering together; December 2007 Bangladeshi Christians, who have converted from Islam, gathering together; December 2007 World Watch Monitor quickly; "our lawyer said this case will not be difficult because of our constitutional rights." The church leader also confirmed that the attack did not take place at the property owned by the Faith Bible Church of God, and that the congregation and its pastor have never previously been targeted. On November 2, a senior member of Bangladesh's main Islamist party, Jamaat-e-Islami was sentenced to death for war crimes committed in 1971. The death sentence of Mir Quasem Ali, 62, is the latest verdict in a series of cases against the group's leaders accused of atrocities. The verdicts have triggered protests in Bangladesh and a human rights observer in the region, who also asked to remain anonymous for security, told WWM she believed the recent incident in Lalmonirhat was somewhat connected to the death sentencing of members of Jamaat-e-Islami. She said the mob attack may have been in reaction to the verdicts. In February another church belonging to the same denomination in Lalmonirhat was seriously vandalized and damaged, according to online Bangladeshi news source The Daily Star. Bangladesh ranks in at number 48 on Open Doors' 2014 World Watch List. The annual list ranks the 50 most difficult countries for Christians to freely practice their faith. Open Doors is an international non-profit ministry which has supported persecuted Christians for 53 years. According to the World Watch List, "Imams and local influential Muslims are in the frontline to persecute Christian believers, especially converts."
 http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_20/Mosca-e-Budapest-chiedono-il-rispetto-degli-accordi-di-Minsk-2527/
è facile condannare due cani sciolti, quando, poi, la colpa non è di nessuno! IN REALTà, ONU è LA PIù GRANDE MINACCIA, PER LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO! HANNO DISTRUTTO I LORO DIRITTI UMANI UNIVERSALI, ED HANNO INGLOBATO, TUTTI I NAZISTI SHARIAH, SENZA RECIPROCITà, ECCO PERCHé, IN QUESTO MODO, HANNO CONDANNATO A MORTE, NON SOLTANTO ISRAELE (PEGGIO PER LORO, CRIMINALI MASSONI, I SUCCHIATORI DI ROTHSCHILD) QUANDO, CHE, ONU HANNO CONDANNATO A MORTE, ANCHE, TUTTO IL GENERE UMANO!
NEW YORK, 20 NOV - Il Consiglio di sicurezza dell' Onu ha unanimemente condannato "l'esecrabile attacco terrorista" di martedì in una sinagoga di Gerusalemme dove cinque persone hanno perso la vita, facendo appello ai responsabili israeliani e palestinesi affinchè ristabiliscano la pace. In una dichiarazione, i 15 membri del Consiglio di sicurezza hanno espresso le loro preoccupazioni riguardo all'accelerazione delle tensioni tra israeliani e palestinesi. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/11/20/onu-condanna-attacco-terrorista-sinagoga_0986a833-bbf0-46cd-ac5b-ac18fe7ba7ed.html
 UN condena ataque terrorista en la sinagoga, hizo un llamamiento a las partes para que la paz sea restaurada. BLA, BLA, BLA...] [Es fácil condenar dos perros sueltos, cuando, entonces, no es culpa de nadie. De hecho, las Naciones Unidas (ONU) es la mayor amenaza para la supervivencia de la humanidad. DESTRUYERON sus derechos humanos universales y se han FUSIONADO, con todos los NAZIS SHARIAH, sin reciprocidad, por eso, de esta manera, sentenciaron a muerte, no sólo Israel (peor para ellos, los criminales masones, está chupando los ROTHSCHILD) cuando la ONU, que ha condenado a muerte, también, toda la humanidad!
UN verurteilt Terroranschlag auf die Synagoge, appellierte an die Parteien, so dass Frieden wiederhergestellt werden. BLA, BLA, BLA...] [Es ist einfach, um zwei Lose Hunde zu verurteilen, wenn, dann ist nicht die Schuld von niemandem! Die Vereinten Nationen (UNO) ist in der Tat die größte Bedrohung für das Überleben der Menschheit! Sie zerstört die universellen Menschenrechte und ZUSAMMENGEFÜHRT haben, mit, alle NAZIS SHARIAH, ohne Gegenseitigkeit, das ist der Grund, auf diese Weise, sie zum Tode verurteilt, nicht nur Israel (schlimmer für sie kriminelle Freimaurer, die ROTHSCHILD saugen ist) Wenn die UNO, die zum Tode verurteilt haben, auch alle Menschen!
ООН осуждает террористическое нападение на синагогу, обратился к сторонам, так что мир будет восстановлен. БЛА, БЛА, БЛА...] [Это легко осудить две свободные собаки, когда, тогда, это не вина кого-либо! В самом деле Организации Объединенных Наций (ООН) является самой большой угрозой для выживания человечества! ОНИ РАЗРУШИЛИ их универсальных прав человека и СЛИЛИСЬ с, все НАЦИСТЫ ШАРИАТА, без взаимности, именно поэтому, таким образом, они приговорены к смертной казни, не только Израиль (хуже для них, преступники масонов, РОТШИЛЬД СОСАНИЕ) при ООН, которые приговорены к смертной казни, Кроме того, все человечество!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/11/20/onu-condanna-attacco-terrorista-sinagoga_0986a833-bbf0-46cd-ac5b-ac18fe7ba7ed.html UN condemns terrorist attack on the synagogue, appealed to the parties so that peace be restored. BLA, BLA, BLA... ] [ It is easy to condemn two loose dogs, when, then, is not the fault of anyone! In fact, the UNITED NATIONS (UN) is the greatest threat to the SURVIVAL of mankind! THEY DESTROYED Their Universal Human Rights, And HAVE MERGED, WITH, All NAZIS SHARIAH, Without Reciprocity, That Is Why, IN This Way, They Sentenced To Death, NOT ONLY Israel (WORSE For THEM, Criminals Freemasons, The ROTHSCHILD'S SUCKING) When The UN, Which HAVE Sentenced To Death, ALSO, ALL MANKIND!
الأمم المتحدة تدين الهجوم الإرهابي على المعبد، ناشد الأطراف حيث أن استعادة السلام. بلوخ بلوخ بلوخ،...] [من السهل إلى إدانة اثنين من الكلاب السائبة، عندما، بعد ذلك، ليس الخطأ، لأي شخص! في الواقع، الأمم المتحدة، (الأمم المتحدة) هو أكبر تهديد، للبقاء على قيد الحياة، من الجنس البشري! أنها دمرت بهم، عالمية حقوق الإنسان، وقد اندمجت مع جميع النازيين الشريعة، دون المعاملة بالمثل، لهذا السبب، في هذا السبيل، حكم عليهم إلى الإعدام، عدم، إسرائيل فقط (أسوأ لهم، الماسونية المجرمين، روتشيلد مص) عند الأمم المتحدة، الذي قد حكم عليه بالإعدام، جمعاء أيضا،!
聯合國譴責恐怖襲擊猶太教堂,呼籲各方,以便恢復和平。BLA,BLA,BLA......][很容易就譴責,鬆 散的兩條狗,當,然後,不是過錯,任何人!事實上,聯合國,(聯合國) 是最大的威脅,對人類的生存!他們摧毀了他們,普遍人權,和有合併,與所有的納粹伊斯蘭教法,非互惠,這就是為什麼,在這種方式,他們判處死刑,不,只有 以色列 (更糟對他們來說,罪犯共濟會,羅斯柴爾德的吸) 時,聯合國已判處死刑,而且,全人類!
유엔 평화 복원할 수 있도록 회당, 당사자에 게 호소에 테러리스트 공격을 비난 한다. 쏴, 쏴, 쏴...] [쉽게 비난, 느슨한 두 개 때, 다음, 아니다 사람의 오류! 사실, 유엔, (유엔)는 인류의 생존에 큰 위협! 그들은 파괴 그들의 인권, 그리고 그들은 죽음, 아니, 유일한 이스라엘을 선 고 하지 않고, 호 혜, 그래서이 방법으로 모든 나치 샤리아와 합병 (더 그들에 게 범죄자 Freemasons는 로스 차일 드가 빠는) 때가지고 사형을 선 고, 유엔 또한 모든 인류!
国連は平和を復元するようにシナゴーグ、当事者に訴えたに対するテロ 攻撃を非難します。、BLA、BLA.][それは簡単な 2 つの緩い犬を非難するとき、その後、故障ではありません、誰の!実際には、国連 (UN) は最大の脅威は、人類の生存に!彼ら破壊した彼らは、人権の普遍的な持っていると彼らは死ではなく、唯一のイスラエルを宣告、だからこそ、この方法で相互 にせず、すべてのナチス シャリアとマージ (悪いロスチャイルドの吸うそれらの犯罪者のフリーメーソン) とき死刑を宣告している国連も、全人類!
UN condena ataque terrorista à sinagoga, apelou, às partes para que a paz será restaurada. BLA, BLA, BLA...] [É fácil condenar, dois cães soltos, quando, então, não é a culpa, de ninguém! Na verdade, as Nações Unidas, (ONU) é a maior ameaça, para a sobrevivência, da humanidade! DESTRUÍRAM seus, Universal dos direitos humanos e ter fundiu-se, com isso, todos os nazistas SHARIAH, sem, reciprocidade, é por isso que, desta forma, sentenciaram a morte, não, apenas Israel (pior para eles, os maçons criminosos, está SUGANDO o ROTHSCHILD) quando a ONU, que tem condenado à morte, também, toda a humanidade!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/11/20/onu-condanna-attacco-terrorista-sinagoga_0986a833-bbf0-46cd-ac5b-ac18fe7ba7ed.html UN condemns terrorist attack on the synagogue, appealed to the parties so that peace be restored. BLA, BLA, BLA... ] [ It is easy to condemn two loose dogs, when, then, is not the fault of anyone! In fact, the UNITED NATIONS (UN) is the greatest threat to the SURVIVAL of mankind! THEY DESTROYED Their Universal Human Rights, And HAVE MERGED, WITH, All NAZIS SHARIAH, Without Reciprocity, That Is Why, IN This Way, They Sentenced To Death, NOT ONLY Israel (WORSE For THEM, Criminals Freemasons, The ROTHSCHILD'S SUCKING) When The UN, Which HAVE Sentenced To Death, ALSO, ALL MANKIND!









==============
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-caro-silvio-questo-matrimonio-gay-non-sha-da-fare-10747.htm
Berlusconi scrive, Introvigne risponde
Caro Presidente,
anch'io come molti italiani ho ricevuto ieri una Sua mail dove dopo un cordiale saluto mi scrive: «Voglio chiarirti le tante inesattezze riportate sulle mie intenzioni e sulle proprietà di Forza Italia». Ci siamo incontrati personalmente solo un paio di volte e non sapevo ci dessimo del tu, ma visto che si tratta di una mail standard e dà del tu a tutti gli italiani non starò a sottilizzare. Come non sottilizzo né ironizzo sul riferimento alle «proprietà di Forza Italia». Immagino che chi ha scritto la mail per Lei volesse parlare delle posizioni politiche di Forza Italia e non delle proprietà del partito: meno che meno delle Sue personali, di cui sappiamo fin troppo grazie a giornalisti e giudici maliziosi.
Trascuro i Suoi riferimenti all'immigrazione e alla vigorosa opposizione che Lei starebbe conducendo alle politiche del governo Renzi, «che non affronta i problemi» e «riversa centinaia di migliaia di clandestini sulle nostre coste». Per essere equanimi, i clandestini si riversano sulle nostre coste per colpe di molti, che vanno da chi non si oppose all'improvvida guerra voluta da Sarkozy e da Obama contro Gheddafi in Libia - Lei più di tutti aveva le informazioni e gli strumenti per opporsi, ma è vero che qualcuno provvide a «distrarLa» con l'incriminazione per il caso Ruby proprio in quei giorni - fino all'Unione Europea, ma certo c'entra anche il governo Renzi. È strano che della sua opposizione così vigorosa Renzi non sembri accorgersi, ma forse anche lui si è distratto.
Le confesso che mi sta più a cuore la posizione Sua e del Suo partito sulle unioni fra persone dello stesso sesso. Lei ci scrive che «la politica ha troppo spesso girato la testa da un'altra parte, ma Forza Italia dev'essere un movimento coraggioso che non ha paura di affrontare temi come le unioni civili, cui in molti Paesi come Germania e Gran Bretagna, i partiti conservatori hanno guardato con serietà». Può darsi che molti destinatari del Suo mailing di massa conoscano poco le vicende inglesi e tedesche. I lettori della nostra testata Le conoscono un po' meglio. Tra i conservatori inglesi si annoverano alcuni dei più fanatici promotori su scala europea del «matrimonio» omosessuale, che - caduta la foglia di fico del nome «civil union» - in Inghilterra si chiama così dal 2013. Lei vuole seguire il loro esempio? Quanto ai cristiano-democratici tedeschi, hanno subito più che promosso le «partnership di vita» tra omosessuali, ma i paletti che pensavano di aver messo sono stati in gran parte travolti dai giudici. Lei che conosce così bene i giudici non pensa che succederebbe lo stesso anche in Italia?
Mi rassicura leggere, financo in grassetto, che «la famiglia tradizionale resta alla base della nostra società e dei nostri valori. Niente potrà sostituirla». Nonostante la Sua fidanzata e Luxuria, Lei non vuole ancora «sostituire» la famiglia tradizionale con le unioni omosessuali. Meno male. Tuttavia per lasciarla alla base della nostra società non basta dirlo. Papa Francesco, che Lei non ha tempo di seguire sempre e che qualche volta i Suoi frettolosi collaboratori Le fanno citare a sproposito, ha detto il 25 ottobre che «c'è una crisi della famiglia, crisi perché la bastonano da tutte le parti e la lasciano molto ferita», e che le ferite derivano dal fatto che oggi sono proposte «nuove forme, totalmente distruttive e limitative della grandezza dell'amore del matrimonio». Ogni tanto Lei afferma di stare con «i vescovi», ma il presidente della Cei, il cardinale Bagnasco, continua ad affermare che «la famiglia non può essere umiliata e indebolita da rappresentazioni similari che in modo felpato costituiscono un vulnus progressivo alla sua specifica identità, e che non sono necessarie per tutelare diritti individuali in larga misura già garantiti dell'ordinamento».
Proponendo una «legge sulle unioni civili ben fatta», Lei scrive che «ragionare di allargare i diritti ad altre persone non può essere vissuto come qualcosa di sconveniente o come l'allontanarsi dai nostri principi». Tutto questo sarebbe molto vago, se non fosse che Lei ha precisato in più di una pubblica intervista che Le va bene il «modello tedesco» proposto da Renzi. Se questo giornale figura in qualche Sua rassegna stampa, saprà che noi non corrispondiamo allo stereotipo degli «omofobi» trinariciuti. Ricordiamo sempre il «Catechismo della Chiesa Cattolica», che invita ad accogliere le persone omosessuali «con rispetto, compassione e delicatezza», senza giudicare le persone in quanto persone, come ci ricorda Papa Francesco. Lo stesso Pontefice ha spesso distinto fra il dovere di non giudicare le persone e quello, non meno grave, di giudicare le leggi compiendo il proprio dovere di buoni cittadini.
Non siamo tra quelli che vogliono impedire agli omosessuali di visitare il loro convivente in carcere o in ospedale o di subentrare nel contratto di affitto quando il loro convivente muore. Questi diritti in Italia ci sono già. Elencarli, risolvendo piccoli problemi che qua è là ancora rimanessero, in una carta dei diritti e doveri dei conviventi, uno statuto o un testo unico non sarebbe in effetti «qualcosa di sconveniente». Se parlando di «unioni civili» Lei avesse in mente un bel testo unico riassuntivo dei diritti e doveri individuali che derivano da ogni convivenza, userebbe un'espressione giuridicamente discutibile e politicamente pericolosa - perché «unioni civili» all'estero significa un'altra cosa -, ma la proposta non sarebbe «sconveniente».
Però le unioni civili «alla tedesca» che vuole Renzi, e che Lei dice di appoggiare, non sono questo. Sono uguali al matrimonio, tranne che per due aspetti. Primo: non si chiamano matrimonio. Le parole sono importanti ma non bastano. I suoi colleghi inglesi, al cui esempio si propone d'ispirarsi, dopo qualche anno si sono resi conto che chiamare «unione civile» qualcosa che era identico al matrimonio era ipocrita, e ora le chiamano «matrimoni». Per citare ancora Papa Francesco, le famiglie bastonate trarranno scarso sollievo da una riforma linguistica che chiami le bastonate «carezze». La sostanza non cambia.
Seconda differenza: all'inizio le unioni civili tedesche avevano limiti molto restrittivi alle adozioni. Lei ci dice che si batterà perché la legge di Renzi «rispetti i diritti dei bambini». In teoria, dichiara di volerli rispettare anche Renzi, adottando il testo originario della legge tedesca. Però sia Lei sia Renzi sapete benissimo com'è andata a finire in Germania. Una volta creato un simil-matrimonio è intervenuta la Corte Costituzionale che, in nome del principio di uguaglianza, ha allargato continuamente l'area delle adozioni e ancora la sta allargando. Se le unioni civili fra omosessuali sono uguali al matrimonio tranne che nel nome, perché mai non dovrebbero avere accesso all'adozione dei bambini? Lo so anch'io che ci sarebbero delle risposte, ma ho imparato da Lei negli anni a non fidarmi della Corte Costituzionale. Quella tedesca è un po' meno politicizzata della nostra. Lei crede che i nostri giudici costituzionali, sollecitati dalle lobby Lgbt e dalla stampa, non si comporterebbero come quelli tedeschi?
Sono idee mie, obiezioni capziose di oppositori dei diritti degli omosessuali? Ma no, lo dice chi si occupa di omosessuali per conto di Renzi, il sottosegretario Ivan Scalfarotto, il quale intervistato da Repubblica lo scorso 16 ottobre, ha dichiarato: «L'unione civile non è un matrimonio più basso, ma la stessa cosa. Con un altro nome per una questione di realpolitik». Pensi che qualche commentatore malizioso ha persino insinuato che per «questione di realpolitik» Scalfarotto intendesse la possibilità per Lei e per Forza Italia di votare le unioni civili senza perdere troppi voti.
Il Suo ultimo commento è tecnicamente stupefacente. Lei ci scrive che «se la società cambia deve cambiare anche la politica», e lascia intendere che si deve tenere conto del parere della maggioranza degli italiani. Lei mi insegna che i sondaggi si manipolano abbastanza facilmente, ma ammettiamo per un attimo che la maggioranza degli italiani sia in favore delle unioni omosessuali. Dobbiamo seguire la maggioranza? Non sempre, e non senza accertarci che abbia capito la domanda e il problema. Forse riesco a spiegarmi meglio con un esempio. Per una coincidenza stranissima - ma che fa piacere a chi, come me, ritiene che Lei sia stato oggetto di una lunga persecuzione giudiziaria dettata in gran parte da motivi politici - ogni volta che Lei si schiera in favore dei diritti, veri o presunti, degli omosessuali le Sue vicende giudiziarie conoscono qualche sviluppo positivo: una volta La assolvono, un'altra Le riducono la durata dei servizi sociali per buona condotta. Provvedimenti meritati, ci mancherebbe altro, e senza dubbio si tratta solo di coincidenze. Però non la pensano così i lettori di Repubblica e del Fatto. Ogni volta questi giornali sfornano un sondaggio da cui risulta che "la maggioranza" vorrebbe che Lei andasse in prigione e ci rimanesse il più a lungo possibile. Anche in questo caso si dovrebbe seguire l'opinione della maggioranza?
Ci pensi, Presidente. Parafrasando Nanni Moretti, su questi temi dica qualcosa di centro-destra e di diverso da Renzi. I Suoi elettori gliene saranno grati. Nel frattempo, un caro saluto a Lei, alle Sue numerose famiglie - anche se noi preferiamo le famiglie numerose - e naturalmente anche al cane Dudù.
 ================================

Il Papa condanna la devastazione del gender
«I bimbi hanno diritto a mamma e papà»
Papa Francesco

«I bambini hanno il diritto di crescere in una famiglia, con un papà e una mamma». Lo ha detto Papa Francesco, intervenendo al "Colloquio internazionale sulla complementarietà tra uomo e donna". Oggi «il matrimonio e la famiglia sono in crisi». «Viviamo in una cultura del provvisorio, in cui sempre più persone rinunciano al matrimonio come impegno pubblico». Questo porta a «una devastazione spirituale e materiale».
- Matrimonio, la lezione di san Giovanni Paolo II
di Massimo Introvigne

FOCUS di Gianfranco Fabi
Shinzo Abe
Il Giappone
doveva crescere
E invece...

Il premier nipponico Shinzo Abe aveva fatto un uso smodato della leva monetaria e ha lasciato aumentare il debito pubblico, arrivato alla percentuale da record mondiale del 200%. Il tutto per sostenere la crescita, dopo un lungo periodo di stagnazione. Eppure, nonostante le previsioni di molti analisti, il Paese è entrato in recessione. Perché, nonostante gli stimoli, è una nazione che invecchia.
EDITORIALE
Tutti gli
editoriali

Femen in Piazza San Pietro
Diritto o delitto?
Alle Femen
nessun spazio

Dove finisce il diritto alla informazione e dove inizia la connivenza col male? Mi chiedevo in questi giorni di fronte all'osceno e blasfemo spettacolo delle Femen: spettacolo organizzato da La7, ad Announo, e poi l'esibizione in Piazza San Pietro, gridando come ossesse contro il Papa. Il loro non un diritto, ma un delitto.
di Gabriele Mangiarotti*

DOMANDE
Se per Veronesi il cancro è la prova che Dio non esiste

«Come Auschwitz anche il cancro per me è la prova che Dio non c'è». Umberto Veronesi si racconta nel libro Il mestiere di uomo, da oggi nelle librerie. Un libro "forte" che lancia domande pungenti, anche se le risposte dell'oncologo non ne sono all'altezza. Ma resta l'interrogativo su quale senso dare al male e al dolore.
di Luigi Santambrogio
Umberto Veronesi

DOPO IL G20
La Russia nasconde i danni subiti con le sanzioni

Il presidente russo Vladimir Putin non credeva di trovare tanto gelo nell'estate australiana di Brisbane, in un vertice G20 in cui si è ritrovato completamente isolato. Ma nel frattempo non sappiamo quanti danni le sanzioni abbiano inflitto all'economia russa: il dato resta nascosto dietro a un velo di mistero.
di Graziano Motta
Putin e un koala, mascotte del G20 di Brisbane

LA SETTIMANA
Il ritorno della riforma centralista

Questa settimana torna alla ribalta la riforma costituzionale proposta dal governo Renzi. Obiettivo è concentrare il più possibile il potere nelle mani del governo centrale. I danni provocati dalle alluvioni spingono la riforma. Eppure la realtà dimostrerebbe proprio che serve più decentramento.
di Robi Ronza
Senato
APPELLO AI PAPA'
«Guai a chi tocca i nostri figli»
Un padre lancia un appello ad altri padri, e apre una pagina Facebook per dire: «Difendiamo i nostri figli da chi vuole indottrinarli alla teoria Gender». Facendo ricorso ai principi di diritto internazionale che autorizzano l'autodifesa, la libertà di religione, il diritto dei genitori di educare i propri figli e la libertà di opinione.
di Alberto Cerutti
Gender a scuola
OMOSESSUALITA
Arcivescovado di Milano
«Nessuna scusa alla lobby gay»
Inviamo email alla Curia di Milano
«Nessuna scusa a chi vuole manipolare i nostri figli. La Chiesa non può abdicare al compito educativo». È la mail che invitiamo a inviare alla Curia di Milano dopo le inopinate scuse per aver cercato di capire quanto sia diffusa la penetrazione dell'ideologia gender nelle scuole.
di Riccardo Cascioli
EUCARESTIA DI MASSA
Oggi tutti fanno la comunione
Tutti in fila per la comunione. Ma quanti si confessano?
Quando vedo in tivù certe cerimonie da stadio con preti sparpagliati sulle gradinate gremite e intenti a distribuire ostie, mi chiedo: ma tutta quella gente si sarà confessata? Infatti, ai miei tempi la chiesa domenicale era sì piena, ma a far la comunione erano in pochi. Adesso, invece, a far la comunione ci vanno tutti.
di Rino Cammilleri
NOMINE USA
Papa Francesco
Al Sinodo quattro vescovi poco "amici" di Francesco
Gli Stati Uniti si portano avanti, e quando manca poco meno di un anno al Sinodo ordinario (e decisivo) sulla famiglia cui seguiranno le decisioni del Papa, eleggono già i quattro vescovi che parteciperanno alla grande assemblea romana dell'ottobre 2015, sempre che il Vaticano accetti il pacchetto di nomine.
di Matteo Matzuzzi
VOCAZIONE
Mons. Moraglia a Monterosso dopo l'alluvione
Preti, i medici della vita al fianco dei sofferenti
Al mondo i preti hanno sempre fatto di tutto, condividendo il destino della gente. Guerra e pace, prosperità e miseria, festa e lutto e anche in questi giorni di alluvione. «Liberi dalle cose e da sé stessi, rammentano a tutti che abbassarsi senza nulla trattenere è la via per quell'altezza che il Vangelo chiama carità» dice Papa Francesco.
di Angelo Busetto
ROMA
Tor Sapienza
Un ghetto chiamato Tor Sapienza
A Roma, a un chilometro e mezzo dalla stazione Tiburtina, si è venuto a creare un vero e proprio ghetto, dove si concentrano tutti i problemi sociali: prostituzione, occupazione abusiva delle case, droga, rifiuti tossici, immigrazione. E l'ordine pubblico non è presente sul territorio. Mentre la politica latita, scoppia la rivolta.
di Stefano Magni
MANIFESTAZIONE
Il Family Act a Roma
Family Act, la
sfida della nuova
Solidarnosc
Piazza Farnese è piena, nonostante il cielo minacci pioggia e nonostante tutto sia stato organizzato in tempi stretti e con scarsi fondi. Nasce il Family Act, un contenitore "di servizio" voluto dall'Ncd per promuovere e difendere la famiglia naturale. Una manifestazione aperta, rivolta soprattutto all'associazionismo, ma anche ad altri esponenti politici pronti a questa battaglia.
di Lorenzo Bertocchi
http://www.lanuovabq.it/it/home.htm
Nella cultura che riduce la persona a oggetto manipolabile, la presenza di medici cattolici assume il carattere di una coraggiosa testimonianza. Il discorso del Papa apre una prospettiva di missione culturale, capace di sfidare l'ideologia dominante.
di Luigi Negri*

LA GUERRA DI OBAMA
Il presidente Usa Barak Obama
Contrordine marines, il nemico è di nuovo Assad

Dopo tre mesi di inconcludente campagna aerea contro il Califfato, Barack Obama ha di nuovo cambiato idea: il nemico torna a essere il presidente siriano Bashar Assad. Come l'anno scorso quando le pressioni di Mosca impedirono a Washington di "punire" il regime siriano per l'impiego del gas nervino contro i civili.
di Gianandrea Gaiani

http://www.lanuovabq.it/it/home.htm
LA COMETA RAGGIUNTA
Missione Rosetta (rappresentazione grafica)
Missione Rosetta, un grande passo per l'umanità

La Missione Rosetta ha conseguito un successo storico, agganciando una cometa e iniziando a studiarla. Eppure non mancano i "gufi" e gli scettici dell'esplorazione spaziale. Non fra i cattolici e fra chi ha una cultura "medioevale", ma proprio fra i progressisti. Gli stessi che stanno affossando i programmi spaziali negli Usa.
di Stefano Magni

LAOS, PAKISTAN, INDIA
Radicale indù
Cristiani perseguitati, ma saldi nella fede

I cristiani non sono perseguitati solo in Iraq e in Nigeria, dove le loro sofferenze fanno notizia. Subiscono anche una silenziosa e quotidiana violenza in tutte le terre in cui sono minoranza. Le ultime due settimane sono piene di episodi di deportazioni, aggressioni fisiche e conversioni forzate di cristiani, in Laos, Pakistan e India.
di Anna Bono
http://www.lanuovabq.it/it/home.htm

PIRANDELLO. GENIO DEL NOVECENTO/ 3
Luigi Pirandello
Da cosa nasce l'arte? Dall'osservazione della realtà

L'arte nasce da una finestra spalancata sulla realtà con quella potenza efficace che gli fornisce la ragione, da intendersi come un'apertura alla realtà che tenga in debita considerazione tutti i fattori. Da questo punto di vista, Pirandello sembra concordare con altri grandi geni del passato come Dante, Shakespeare e Manzoni.
di Giovanni Fighera

PAPA
Papa Francesco
«Aborto ed eutanasia, peccati contro il Creatore»

«Il pensiero dominante propone a volte una 'falsa compassione': quella che ritiene sia un aiuto alla donna favorire l'aborto, un atto di dignità procurare l'eutanasia, una conquista scientifica 'produrre' un figlio considerato come un diritto invece di accoglierlo come dono... La fedeltà al Vangelo richiede scelte coraggiose, fino all'obiezione di coscienza». Lo ha detto papa Francesco ai medici cattolici.
di Massimo Introvigne http://www.lanuovabq.it/it/home.htm
=================================
Il Papa condanna la devastazione del gender «I bimbi hanno diritto a mamma e papà»
di Massimo Introvigne18-11-2014 Papa Francesco. Papa Francesco ha aperto il Colloquio internazionale sulla complementarietà tra uomo e donna, promosso dalla Congregazione per la Dottrina della Fede in risposta alle sollecitazioni di vari episcopati che chiedevano alla Santa Sede di approfondire la sfida lanciata dall'ideologia del gender. In un ampio discorso, il Pontefice ha riflettuto sulla nozione di complementarietà e ha rivendicato il diritto dei bambini a «crescere in una famiglia con un papà e una mamma», rifiutando ideologie che hanno prodotto una terribile «devastazione spirituale e materiale».
La «complementarietà» che dà il titolo al colloquio vaticano, ha detto il Papa, è oggi vista con sospetto: ma, al contrario, «è una parola preziosa». A ben guardare, ne troviamo il fondamento nella Sacra Scrittura, nella Prima Lettera di san Paolo ai Corinzi, «dove l'apostolo dice che lo Spirito ha dato a ciascuno doni diversi in modo che, come le membra del corpo umano si completano per il bene dell'intero organismo, i doni di ognuno possono contribuire al bene di tutti (cfr 1 Cor 12)». Pertanto, «riflettere sulla complementarietà non è altro che meditare sulle armonie dinamiche che stanno al centro di tutta la Creazione. E questa è la parola chiave: armonia. Tutte le complementarietà il Creatore le ha fatte perché lo Spirito Santo, che è l'autore dell'armonia, faccia questa armonia».
Le complementarietà e le differenze sono dunque create e volute da Dio. «Opportunamente», ha proseguito il Pontefice, il colloquio mette al centro la forma di complementarietà oggi più contestata, quella fra uomo e donna. «In effetti, questa complementarietà sta alla base del matrimonio e della famiglia, che è la prima scuola dove impariamo ad apprezzare i nostri doni e quelli degli altri e dove cominciamo ad apprendere l'arte del vivere insieme. Per la maggior parte di noi, la famiglia costituisce il luogo principale in cui incominciamo a "respirare" valori e ideali, come pure a realizzare il nostro potenziale di virtù e di carità. Allo stesso tempo, come sappiamo, le famiglie sono luogo di tensioni: tra egoismo e altruismo, tra ragione e passione, tra desideri immediati e obiettivi a lungo termine. Ma le famiglie forniscono anche l'ambito in cui risolvere tali tensioni: e questo è importante».
Complementarietà, ha spiegato il Papa, non significa imprigionare l'uomo e la donna in stereotipi che rischiano di diventare caricaturali. «Quando parliamo di complementarietà tra uomo e donna in questo contesto, non dobbiamo confondere tale termine con l'idea semplicistica che tutti i ruoli e le relazioni di entrambi i sessi sono rinchiusi in un modello unico e statico. La complementarietà assume molte forme, poiché ogni uomo e ogni donna apporta il proprio contributo personale al matrimonio e all'educazione dei figli. La propria ricchezza personale, il proprio carisma personale, e la complementarietà diviene così di una grande ricchezza. E non solo è un bene, ma anche è bellezza». Oggi, però, si contesta non questa o quella rappresentazione della complementarietà fra l'uomo e donna, ma la stessa nozione di complementarietà. E questo avviene perché «nel nostro tempo il matrimonio e la famiglia sono in crisi. Viviamo in una cultura del provvisorio, in cui sempre più persone rinunciano al matrimonio come impegno pubblico».
Di fronte a «questa rivoluzione nei costumi e nella morale» siamo chiamati, ha affermato Papa Francesco, a dare un giudizio. E questo giudizio è negativo. La rivoluzione antropologica «ha spesso sventolato la bandiera della libertà – fra virgolette – ma in realtà ha portato devastazione spirituale e materiale a innumerevoli esseri umani, specialmente ai più vulnerabili. È sempre più evidente che il declino della cultura del matrimonio è associato a un aumento di povertà e a una serie di numerosi altri problemi sociali che colpiscono in misura sproporzionata le donne, i bambini e gli anziani. E sempre sono loro che soffrono di più, in questa crisi». Inoltre, «la crisi della famiglia ha dato origine a una crisi di ecologia umana, poiché gli ambienti sociali, come gli ambienti naturali, hanno bisogno di essere protetti». Mentre molti hanno compreso che è importante proteggere gli ambienti naturali, «nella nostra cultura, anche nella nostra cultura cattolica, siamo lenti nel riconoscere che anche i nostri ambienti sociali sono a rischio. È quindi indispensabile promuovere una nuova ecologia umana», non meno importante dell'ecologia che si occupa di proteggere la natura.
I «beni immateriali» sono «i pilastri fondamentali che reggono una nazione», e il pilastro decisivo è la famiglia. «La famiglia rimane al fondamento della convivenza e la garanzia contro lo sfaldamento sociale». Il Papa ha citato il numero 66 dell'esortazione apostolica Evangelii gaudium, dove definisce «indispensabile» un contributo del matrimonio alla società che «superi il livello dell'emotività e delle necessità contingenti della coppia». La Chiesa proclama, per quanto oggi sia poco popolare, la «verità riguardante il matrimonio: che cioè l'impegno definitivo nei confronti della solidarietà, della fedeltà e dell'amore fecondo risponde ai desideri più profondi del cuore umano». E si rivolge ai giovani, perché «non si lascino coinvolgere dalla mentalità dannosa del provvisorio» e abbiano «il coraggio di cercare un amore forte e duraturo, cioè di andare controcorrente».
Il Papa ha poi insistito sul fatto che «i bambini hanno il diritto di crescere in una famiglia, con un papà e una mamma, capaci di creare un ambiente idoneo al loro sviluppo e alla loro maturazione affettiva». Questo è oggi negato da «concetti ideologici» che funzionano come una «trappola». «La famiglia è un fatto antropologico, e conseguentemente un fatto sociale, di cultura… E noi non possiamo qualificarla con concetti di natura ideologica che soltanto hanno forza in un momento della storia, e poi cadono. Non si può parlare oggi di famiglia conservatrice o famiglia progressista: la famiglia è famiglia. Ma non lasciarsi qualificare così da questo o da altri concetti, di natura ideologica».
L'impegno della Chiesa è «rafforzare l'unione dell'uomo e della donna nel matrimonio come un bene unico, naturale, fondamentale e bello per le persone, le famiglie, le comunità e le società». Smentendo voci giornalistiche su presunti dissensi su questo evento fra il Papa e l'episcopato americano, Francesco ha infine voluto pubblicamente «confermare che, a Dio piacendo, nel settembre 2015 mi recherò a Filadelfia per l'ottavo Incontro Mondiale delle Famiglie». - Matrimonio, la lezione di san Giovanni Paolo II
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-il-papa-condanna-la-devastazione-del-genderi-bimbi-hanno-diritto-a-mamma-e-papa-10968.htm
«Nessuna scusa alla lobby gay» Inviamo email alla Curia di Milano
di Riccardo Cascioli17-11-2014 Mail alla Curia di Milano Il caso delle scuse della Curia di Milano - per la lettera ai professori di religione in cui si chiedeva di far sapere in quali scuole si svolgono programmi finalizzati a diffondere l'ideologia gender – non cessa di provocare reazioni. Al punto che sabato Giuliano Ferrara, direttore de Il Foglio, ha invitato a inviare mail alla Curia di Milano (irc@diocesi.milano.it) con un semplice messaggio: «Noi non ci scusiamo. Vogliamo sapere». Anche noi invitiamo a scrivere allo stesso indirizzo, ma con un messaggio un po' diverso, di cui parleremo più avanti.
Il punto di partenza è infatti il notare una novità in quanto sta accadendo. Nelle ultime settimane infatti, a piegare la testa davanti alla pressione omosessualista sono vescovi che pure anche recentemente hanno tenuto posizioni chiare, sostenendo pubblicamente l'unicità della famiglia naturale contro attacchi fuori e dentro la Chiesa. Così si rimane spiazzati nel vedere monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, e il cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano, scusarsi per colpe non commesse, solo cedendo davanti all'aggressione verbale di giornali laicisti e organizzazioni omosessualiste.
E non ci si può non chiedere il perché questo accada. Certo, la pressione esterna è forte e - nel caso di Milano – non deve essere piacevole scoprire che i primi a tradire la missione educativa sono alcuni insegnanti di religione, talmente vigliacchi da passare documenti riservati a Repubblica invece che affrontare a viso aperto il responsabile della Curia e casomai contestare la lettera inviata. Del resto ce lo si poteva aspettare visto che molti insegnanti di religione sono stati formati alla scuola del cardinale Carlo Maria Martini, che con Repubblica flirtava e secondo cui su questi temi «la Chiesa è in ritardo di duecento anni».
Forse, anche nei vescovi meglio intenzionati subentra un senso di solitudine quando ci si vede circondati da ogni parte e traditi all'interno. E si cede. Forse è per questo. In ogni caso è giusto far sentire a questi pastori che – sebbene i media facciano credere il contrario – c'è ancora un popolo cristiano che segue fedelmente il magistero della Chiesa, è impegnato nello sforzo educativo, e chiede ai suoi pastori una guida sicura e decisa. Per questo è utile anche inviare mail, non tanto per condannare o per insegnare all'arcivescovo il suo mestiere, ma per fare sentire che c'è un popolo che lo sostiene nel resistere alla violenza del mondo e che vive in prima persona la responsabilità educativa, in famiglia e nella scuola. Per questo anche io personalmente ho inviato una mail all'indirizzo irc@diocesi.milano.it con questo testo: «Nessuna scusa a chi vuole manipolare i nostri figli. La Chiesa non può abdicare al compito educativo». E invito tutti a fare altrettanto.
La questione educativa appunto. È proprio su questo punto che si è consumato il pasticcio della diocesi milanese. L'ufficio della Curia che si occupa dell'insegnamento della religione cattolica si è scusato per avere usato un linguaggio inappropriato. Ma rileggiamo la lettera incriminata, quella che ha fatto parlare di "schedatura" delle scuole da parte della Chiesa milanese:
«Cari colleghi, come sapete in tempi recenti gli alunni di alcune scuole italiane sono stati destinatari di una vasta campagna tesa a delegittimare la differenza sessuale affermando un'idea di libertà che abilita a scegliere indifferentemente il proprio genere e il proprio orientamento sessuale. Per valutare in modo più preciso la situazione e l'effettiva diffusione dell'ideologia del "gender", vorremmo avere una percezione più precisa del numero delle scuole coinvolte, sia di quelle in cui sono state effettivamente attuate iniziative in questo senso, sia di quelle in cui sono state solo proposte».
Cosa c'è di inappropriato in questo testo? Assolutamente nulla, né nella descrizione del fenomeno – assolutamente oggettiva – né nella volontà di capire quanto sia esteso. Per comprendere l'assurdità della canea scatenata da Repubblica e soci basti pensare cosa sarebbe successo se la lettera avesse avuto questo contenuto: «Cari colleghi, come sapete in tempi recenti alcuni alunni di scuole italiane sono state vittima del bullismo omofobico. Per valutare in modo più preciso…». Applausi a scena aperta, «la Chiesa è più avanti del governo», proposta del Nobel per la Pace per l'arcivescovo e via di questo passo.
Pensiamo invece a cosa ha detto recentemente papa Francesco: «Vorrei manifestare il mio rifiuto per ogni tipo di sperimentazione educativa con i bambini. Con i bambini e i giovani non si può sperimentare. Non sono cavie da laboratorio! Gli orrori della manipolazione educativa che abbiamo vissuto nelle grandi dittature genocide del secolo XX non sono spariti; conservano la loro attualità sotto vesti diverse e proposte che, con pretesa di modernità, spingono i bambini e i giovani a camminare sulla strada dittatoriale del "pensiero unico". Mi diceva, poco più di una settimana fa, un grande educatore: "A volte, non si sa se con questi progetti - riferendosi a progetti concreti di educazione - si mandi un bambino a scuola o in un campo di rieducazione"» (Alla Delegazione dell'Ufficio Internazionale Cattolico dell'Infanzia, BICE, 11 aprile 2014).
E di fronte alla chiarezza di queste parole si può ragionevolmente chiedere scusa solo per aver cercato di capire quanto siano vere? Di essersi mobilitati - con molta discrezione e senza fretta - per porre riparo a questi moderni campi di rieducazione?
L'educazione dei nostri figli non spetta allo Stato e tantomeno all'Arcigay. Spetta anzitutto alle famiglie; e la Chiesa ha tutto il diritto di formare i suoi insegnanti e prepararli a riconoscere e affrontare la gravità dell'ideologia che sta penetrando nella scuola. Ci sono tanti insegnanti che già sono seriamente impegnati in questa decisiva missione educativa. Come potranno affrontare l'ostilità e le imboscate del mondo se appare evidente che al primo baubau saranno mollati da curie e vescovi?
È bene dunque che la Curia di Milano riprenda chiaramente in mano la situazione e magari chiarisca anche cosa ci sarebbe di inappropriato nel linguaggio usato.
E a proposito di chiarimenti, oggi se ne impone uno anche al cardinale Scola. Sabato, a margine di un dibattito su tutt'altro tema, è tornato sulla vicenda della lettera ai prof di religione rivendicando da una parte il diritto a impostare certi problemi secondo la prospettiva cattolica, ma anche facendo questa affermazione: «La Chiesa è stata lenta sulla questione omosessuale». È la seconda volta in poche settimane che esprime questo concetto, almeno a quanto riportato dai giornali. Un mese fa, in un'intervista a Repubblica aveva infatti affermato: «È fuori dubbio che siamo stati lenti nell'assumere uno sguardo pienamente rispettoso della dignità e dell'uguaglianza delle persone omosessuali».
Allora il direttore di Culturacattolica.it, don Gabriele Mangiarotti, aveva reagito così: «Sono sacerdote da 40 anni, e ho incontrato, nel dialogo e nella confessione, tante persone omosessuali. In questo ministero mi ha aiutato l'atteggiamento della Chiesa, del Catechismo, e mi è sempre sembrato un sostegno che, nella verità e nella misericordia, ha aiutato le persone a un cammino umano e cristiano. E in questo non mi sono trovato né lento né poco rispettoso. E con me tanti altri confratelli. Non capisco proprio questo continuo mea culpa per colpe che non ho commesso!».
Allora, per uscire dall'ambiguità è bene che il cardinale Scola chiarisca cosa intenda per "lentezza" della Chiesa. Se leggo il Catechismo, non ci sono spazi per equivoci riguardo al rispetto e alla dignità delle persone con tendenze omosessuali. Né ci sono documenti che incitino alla discriminazione o siano accondiscendenti con eventuali violenze. Piuttosto, se guardiamo la situazione di tanti seminari, la realtà di alcune diocesi e settori della Chiesa, dovremmo piuttosto dire che c'è un colpevole ritardo nel rendersi conto della pericolosità di una certa acquiescenza nei confronti dell'omosessualità praticata e teorizzata. A maggior ragione, certe affermazioni stonano considerando l'omosessualizzazione forzata in atto nella nostra società.
Per cui chiediamo ancora una volta al cardinale Scola di parlare con chiarezza: cosa intende concretamente per «lentezza della Chiesa sulla questione omosessuale»?
===========================
TUTTA LA IPOCRISIA CRIMINALE: OMICIDA, DI UNA PRESUNTA LIBERTà DI RELIGIONE, IN TUTTA LA LEGA ARABA: DEI CRIMINALI, DOGMATICI MANIACI RELIGIOSI: PIù PERICOLI DI HITLER: TUTTI I NAZISTI SHARIAH PROTETTI DA ONU! ] [ Jordan deports American pastor, assistant's eviction pending. Published: November 14, 2014
Grace Church in Amman, JordanGrace Church in Amman, Jordan
World Watch Monitor. The Jordanian government without explanation jailed and deported an American pastor who has lived there for 16 years.
Jody Miller, pastor of Grace Church in Amman, was deported back to the United States on Nov. 6. His wife remains in Jordan. He is appealing the decision to the Jordanian Royal Court.
Miller was called in to the GID, Jordan's General Intelligence Department, for an interview with security officials on Nov. 4. According to his account, no interview took place. He sat for several hours, then officials came and handcuffed and blindfolded him, taking him to a jail cell.
Two days later he was deported from Jordan at his own expense.
Security officials are about to deport his assistant pastor, an Egyptian Christian named Maged. On Sunday, Nov. 9, Maged's passport was taken by GID officials, who ordered him to report to the Intelligence Department on Nov. 13.
After Maged reported to the Capitol Police Station in central Amman, church members confirmed to Miller that he was being held there as of Friday, Nov. 14. Intelligence officials would not allow him a visit or a message but stated he would be deported Saturday night or Sunday.
Officials said they will send him overland to Aqaba, a coastal city situated at the northeastern tip of the Red Sea. Maged then will be sent by ship back to Egypt.
"Their campaign is clearly seeking to close the church," Miller told World Watch Monitor.
Grace Church has provided humanitarian aid for the flood of Iraqi and Syrian refugees fleeing the Islamic State, also known as ISIS. Approximately 620,000 Syrian refugees and 30,000 Iraqis currently reside in Jordan.
King Abdullah II of Jordan, who has made the continued presence of non-Muslim religions in the Middle East a talking point in recent years, has also welcomed Iraq's Christians. Thousands fled Mosul in July when the Sunni militant group gave them the choice of conversion, paying a tax, or death.
Miller said his church spent more than $100,000 in aid last year for refugees. They gave them food, blankets, and mattresses. It currently assists 150 families a month.
Grace has provided refugee relief since 1995, but its efforts have increased since the Syrian civil war began in 2011, causing thousands to flee to Jordan.
But the pastor believes that his work among Christians and Muslims alike raised the ire of some government officials. They noticed that up to 75 Muslims attended Grace Church's Sunday services, over one-quarter of those in attendance. Church leaders say they do not target Muslims but serve all in need, regardless of religion.
No Jordanian law prohibits evangelicals from practicing their faith, but traditional interpretations of Islam prohibit apostasy, or leaving the faith.
"I wasn't the most popular person for many years, but with the current [ISIS] crisis maybe they felt more bold in making this move," Miller said.
GID officials appear to have set up the pastor for deportation. In September two intelligence officers came to Grace Church and told him they would offer their protection from fundamentalist Muslims. On the way out, one asked if he could take an Arabic Bible.
On Oct. 23 Miller got a call from the U.S. Embassy, informing him that the Jordanian Intelligence Department filed a complaint against him for distributing Bibles and threatening the Islamic country's "national unity." He was then called in for his meeting, handcuffed, and led to a jail cell.
"At the jail they immediately asked, 'Where is your passport? Do you have money for plane tickets?'"
Miller believes that they will continue to arrest and deport members of Grace Church until it shuts down.
A retired Jordanian official with ties to the Royal Court told World Watch Monitor that the reason for Miller's deportation was likely that he ignored the sensitivities of Muslims by preaching to them.
"Miller did not play by the rules there. It is a delicate situation. We need to play by the rules even if we cater [to] refugees from Iraq and Syria," said the former Minister of the Royal Court.
A Jordanian church leader who spoke with World Watch Monitor said the government deported Miller in a clumsy attempt to protect him. Jordan's security apparatus has cracked down on its homegrown militants and radical Islamists Located in downtown Amman, Grace Church is known to any would-be terrorists.
"Their desire is to protect him, but they could have done it in a much better fashion," he said. "They could say, 'Your life is in danger, please leave,' not just arrest him and treat him like a criminal. This is not the Jordan we know."
The Jordanian church leader also suggested that the decision to deport Miller came from high up within the Jordanian military structure. A lone lieutenant with a strong Muslim background could not have made the call to deport a foreigner on his own, he said.
Jordan's eviction of Miller resembles a similar incident in 2007, when the government deported 27 foreign evangelical missionaries, seminary students, pastors, and teachers. The forcibly evicted Christians said intelligence officers questioned them about evangelizing Muslims.
In 2003 Amal Bijani, the Arab pastor of Grace Church who preceded Miller, was also arrested. He was deported before the beginning of America's invasion of Iraq. Sources told World Watch Monitor that Jordan's intelligence service likely did this when they thought the international media and human rights watchdogs were too distracted to notice.
Although long hailed as a model for tolerance in the Middle East, Jordan's government has faced pressure from three sources for the last year: the strain of hosting a million Iraqi and Syrian refugees, turmoil in surrounding nations caused by ISIS, and radical Islam within the nation. Approximately 2,000 Jordanians have fought in Syria for Islamic militant groups, according to the London-based International Center for the Study of Radicalization.
In June, King Abdullah amended a tough anti-terror law to criminalize open activity or recruitment for ISIS. Under the amendment, dissidents and Islamists alike have been arrested without charges. https://www.worldwatchmonitor.org/2014/11/article_3476855.html/
Syrian Christians have wedding despite IS threat

Just 15 miles away from territory now occupied by Islamic State, the Syrian Christians of Qamishli gathered in the Church of the Holy Virgin for the wedding of Malek Aissa and Ilana Hacho.

At the wedding priests told the Independent how IS has brought their church to its knees.

The city Qamishli is isolated in the far north-east of Syria; the land to the east is defended by armed Syrian Kurds, but the Turkish border is closed, and the rest area is held by IS.

About 3,000 Christians have left the city and now 5,000 remain but many of them are talking of leaving.

"When the Christians had to flee Mosul and the valley of Ninevah, the Christians here thought that what happened in Iraq would happen here in Qamishli," said Syrian pastor Fr Saliba who told the Independent he has already lost almost half of his own parish.

Source: The Independent

Nigergian army back in control of Chibok

The Nigerian army has retaken Chibok after it fell to Boko Haram militants on 13 November.

A local official told Al Jazeera that vigilantes joined forces with the army to push back Boko Haram militants two days after their attack, but added that the town is still not safe for residents to return.

"At the moment Boko Haram are out of town," but, the official added, that they "don't know what will happen next."

Thousands of Chibok residents fled to the safety of the garrison town of Damboa, 22 miles to the north.

Source: Al Jazeera, BBC
Boko Haram seize Chibok

Boko Haram militants have seized Chibok, the Nigerian town where they abducted more than 200 schoolgirls earlier this year.

Fleeing residents told the BBC that militants attacked and took control of the largely Christian town on Thursday. Over recent months Boko Haram has repeatedly attacked nearby villages.

Security forces ran away when the insurgents attacked, according to Ali Ndume, a Borno state senator.

Enoch Mark, a Christian pastor whose daughter and niece are among the 219 girls still being held, told the news agency, AFP on Friday that Boko Haram 'are in control' of the town.

 Analysis: Distinction between 'moderate Islamists' and 'militant extremists' is misleading for Western governments
 Published: November 14, 2014

 The fight against Islamic State is now a top-priority of the international community. Islamic...
 Jailed Egyptian convert awaits appeal hearing
 Published: November 12, 2014 by Barbara G. Baker
 Mohammed Ahmed Hegazy Taken August 2007

 A jailed Egyptian Muslim convert to Christianity is scheduled Sunday, Nov. 16 to appeal his...
 Pakistani Christian couple brutally killed by mob for alleged 'blasphemy'
 Published: November 05, 2014 by Asif Aqeel

 A Pakistani mob beat to near-death a Christian and his pregnant wife for her alleged 'blasphemy',...

 Second Turkish trial implicates authorities in planned attack on church leaders
 Published: November 04, 2014
 Tension simmers following attack on Christians in troubled Bastar
 Published: November 03, 2014
 Turkish public education system to offer class in Christianity for first time
 Published: October 30, 2014
 'We're tired, so tired...there's so much to do and we're only human'
 Published: October 29, 2014
 India minister says no special caste status for Christians
 Published: October 27, 2014
 Malatya murder trial defendants exploit Turkish government 'witch-hunt'
 Published: October 22, 2014
https://www.worldwatchmonitor.org/
 Jailed Egyptian convert awaits appeal hearing
 The UN Mission in Mali honors Nigerien peacekeepers killed on October 3, 2014.
 As UN targeted by Islamists in Mali, Bishops urge...
 ISIS,
 Iran appears to fight Islamic State, but are their...
 A Chibok mother cries over her missing daughter in August.
 Claim of truce raises hope that kidnapped Nigerian...
 Pastor Crodward Edwar (centre) at a press conference about the Bukoba murder
 Tanzanian teacher murdered in church, pastor and...
=================================
Perché sono tutti contro Asia Bibi?
Come è possibile condannare a morte per blasfemia una donna se non esiste neanche una prova? Corrado Paolucci Like Aleteia
Il racconto del marito di Asia Bibi, Ashiq Masih, è emblematico.
Ashiq, come racconta Tempi.it (20 ottobre), era presente in aula quando il giudice di appello ha confermato la condanna a morte per la cristiana accusata ingiustamente di blasfemia. A colloquio con la ong British Pakistani Christians, l'uomo rivela i dettagli della drammatica vicenda: «c'era anche un gran numero di imam e leader islamici che gridavano in continuazione: "Blasfemi!" e "Uccidetela!"».
Giudici sotto pressione
Una testimonianza che mostra quanto i giudici fossero sotto pressione degli estremisti islamici, che più volte hanno minacciato di morte e perfino ucciso fuori dal tribunale avvocati, imputati e giudici. «Questo processo di appello era un raggio di speranza ma il rigetto dell'appello ha distrutto la mia fiducia nel sistema legale pakistano». Ashiq ha poi aggiunto: «Non ho detto ai miei figli della sentenza della corte. Come potevo? Sono troppo spaventato della loro possibile reazione. Già adesso sono tutti molto depressi: ci aspettavamo infatti che a breve sarebbe tornata a casa».
Ora c'è ancora una possibilità per Asia Bibi ed è la Corte suprema: «I miei legali sono estremamente fiduciosi che la Corte suprema annullerà questa sentenza» conclude il marito.
E si spera che la Corte possa farlo "prendendo in considerazione tutti gli aspetti del caso". Lo scrive in un appello la Commissione per i diritti dell'uomo del Pakistan (Hrcp), autorevole ong che ha avuto i suoi martiri nella battaglia ingaggiata contro la legge anti-blasfemia, utilizzata spesso contro i cristini, come nel caso di Asia Bibi. In un comunicato la Commissione sostiene che "il risultato dell'appello di Asia Bibi all'Alta Corte ha deluso molti ed ora tutti gli occhi sono puntati sulla Corte Suprema". "Il Pakistan - si dice ancora - è in una situazione difficile perché la legge sulla blasfemia, ed il modo in cui viene applicata, non sono stati sottoposti ancora ad una necessaria revisione. (Avvenire, 21 ottobre)

Ma come è possibile condannare a morte per blasfemia una donna, se non c'è neanche una prova?
http://www.aleteia.org/it/dal-mondo/articolo/perche-sono-tutti-contro-asia-bibi-5271303732854784?utm_campaign=NL_It&utm_source=daily_newsletter&utm_medium=mail&utm_content=NL_It-22/10/2014
Su questo punto è intervenuto Haroon Barkat Masih, direttore della "Masihi Foundation", impegnata in Pakistan per il miglioramento della vita dei cristiani e anche nella difesa di cristiani ingiustamente accusati di blasfemia: "Ci sono troppi interessi in gioco dietro al caso di Asia Bibi. Troppi poteri forti e troppe pressioni che, alla fine, coprono e finiscono per calpestare la verità dei fatti", ha detto in un colloquio con l'Agenzia Fides. "La corruzione e il desiderio di sfruttare il caso per fini economici è un altro aspetto presente" aggiunge Haroon Barkat. Il direttore ricorda infine che alla Corte Suprema la sentenza di condanna può essere ribaltata e che, anche in caso di condanna, il Presidente del Pakistan avrebbe sempre potere di concedere la grazia.
http://www.aleteia.org/it/dal-mondo/articolo/meriam-e-salva-e-asia-bibi-5870454833152000
LEGGI ANCHE ASIA BIBI, IL PUNTO SU UNA VICENDA ANCORA TERRIBILMENTE IRRISOLTA.
============================
http://italian.ruvr.ru/
Nel 2015 gasdotti collegati tra Ungheria e Slovacchia 8:10
Russia: basta giudizi sulla situazione ucraina basati solo su ipotesi 7:44
Sanzioni UE: nella lista anche i Leader di Donetsk e Lugansk 7:15
La NATO non vede gli sforzi di Mosca per stabilizzare la situazione Ucraina 6:37
Il Ministero degli Esteri francese: "Mistral" è ancora sotto la bandiera francese 6:00
Putin discute al Forum ONF lo sviluppo dell'economia russa 1:38
Kiev considera inutile un nuovo accordo di pace sul Donbass 1:15
Mosca è preoccupata per la morte di civili in Siria per attacco USA all'ISIS 0:47
Ministero degli Esteri della Finlandia: inappropriate nuove sanzioni contro la Russia 0:14
La Corte Suprema vieta in Russia il "Settore destro" 23:34
Espulso dalla Russia un dipendente dell'Ambasciata tedesca a Mosca 22:59
La Repubblica Ceca sostiene le sanzioni UE contro la Russia 22:25
http://italian.ruvr.ru/
Ucraina, sanzioni, UE: intervista del presidente Putin alla Tv tedesca ARD
Nell'intervista al canale televisivo tedesco ARD, Vladimir Putin ha risposto alle domande sulla situazione in Ucraina, sulle sanzioni e sui rapporti della Russia con l'Ue. L'intervista è stata registrata il 13 novembre a Vladivostok. (Pubblicata con tagli.)
Il G20 di Brisbane finisce con un pareggio
Il G20 di Brisbane finisce con un pareggio
Vladimir Putin è soddisfatto dei risultati del G20. Secondo il presidente russo, il vertice è stato ricco di contenuto e si è svolto in un clima benevolo. Putin l'ha dichiarato nel corso della sua conferenza stampa dedicata ai risultati del G20 terminato a Brisbane, in Australia.
"Rivoluzione arancione", dieci anni di delusione
http://italian.ruvr.ru/
La "rivoluzione arancione" in Ucraina è diventata ormai sinonimo di delusione totale. Dieci anni fa a Kiev iniziarono le proteste, ma già un anno dopo gli ucraini non riuscivano quasi a ricordare perché erano scesi in piazza. Dei leader di questa "rivoluzione" oggi non si usa parlare.